Manuale in 50 punti del perfetto accannato.
1. Chi rolla la canna, anche se il fumo non e' di sua proprieta', ha diritto ad accenderla.
2. Se la canna e' ben fatta, val la pena dargli alcuni tiri in piu'.
3. Per evitare malintesi, prima di accendere la canna e' bene stabilire se il fumo basta per altre due o tre canne. Puo' sembrare meschino, ma non sempre se ne ha a sufficienza per due.
4. Se chi dovrebbe accendere ha gia' fumato troppo, che ceda il privilegio ad un altro. In questo caso chi accende non deve pero' indugiare eccessivamente.
5. Se qualcuno, troppo stonato, lascia cadere il fumo per terra, deve essere allontanato dal giro per alcuni minuti.
6. Se fumi con qualcuno a casa tua e' buona regola fornire al convitato qualcosa da sgranocchiare.
7. Mai lamentarsi della qualita' del fumo degli altri. Se non e' di tuo gradimento evita di fumare!
8. Se stai fumando fumo di altri non dire che il tuo e' migliore, a meno di non essere disposto a metterlo immediatamente a disposizione.
9. Se un amico ti fa fumare hai l'obbligo morale di restituirgli, prima o poi, il favore.
10. Se hai poco fumo, che non basta per tutti, evita di mostrarlo a chi non ne beneficera'
11. Se compri il fumo da un amico, o da un amico di un tuo amico, e' gentile rollare una canna, (anche piccola), e fumarla insieme.
12. Molta attenzione a non parlare con altri del fatto che hai comprato fumo da un amico: quella persona, che ti ha solamente fatto un favore, puo' passare per uno che traffica.
13. Se fumate un chilum, colui che riempie il chilum col proprio fumo, non importa di chi esso sia, ha diritto di accenderlo.
14. Se qualcuno ti fa fumare per bene e' gentile ringraziarlo.
15. Se ti capita di dover chiedere cartine, tabacco o fuoco ad uno sconosciuto, e' educato offrirgli alcuni tiri in cambio della gentilezza.
16. La persona che ha procurato il fumo ha diritto a scegliere la musica.
17. Non sbavare la canna!
18. Non aspettare che la canna prenda fuoco per poi dargli una aggiustata.
19. E' meglio prevenire che poi doverci mettere una pezza!
20. Rispettate sempre il turno!
21. Poiche' il fumo e' ancora illegale, evita di fumare con troppa leggerezza per strada.
22. Se siete troppo stonati non vergognatevi di saltare un giro! Eviterete di rincoglionirvi troppo e darete ad altri la possibilita' di trarne miglior profitto!
23. Mai buttar via l'ultimo tiro! (a meno che non lo abbia gia' fatto il proprietario del fumo ...)
24. Se fumate a casa (o in macchina) d'altri, accertatevi di non lasciare in giro filtrini o altre "tracce" compromettenti. Potrebbero finire in mano a persone cui non dovrebbero...
25. Sappiate usare il collirio degli amici: una sola goccia e' sufficiente a rendere limpidi gli occhi.
26. Accettate di buon grado che il fumo possa non bastare per tutti! Se il fumo e' poco e tutti dovessero fumare, nessuno ne trarrebbe profitto!
27. Quando stai fumando con amici non chiedere mai la canna, arriva sempre !
28. Chi la fa spegnere la deve riaccendere e chi la accende storta o male deve aggiustarla prima di farla girare.
29. Chi delega sistematicamente la fase del "rollatore" ad altri, con la scusa di non essere capace, ha il dovere di fare un sincero sforzo per imparar.
30. Se qualcuno del gruppo sta rollando la canna e' bene che qualcun altro prepari un buon filtro.
31. Ad un amico una canna non si vende, si regala !!!
32. Se un tuo amico ti procura il fumo, mai lamentarsi della quantita' , e' pur sempre un favore.
33. Se ci si accorge di aver trattenuto troppo la canna si chieda pubblicamente scusa e, avendo la materia prima, ci si prenoti come fornitore per il prossimo giro.
34. Se si e' ancora in grado (poiche', visto l'inconveniente a cui si e' andati incontro, questo non e' scontato!) ci si proponga anche come facitore.
35. Se qualcuno sta male perche' ha fumato troppo e' un dovere assisterlo.
36. Chi accende un chilum e' tenuto ad essere il pulitore prescelto del medesimo !
37. Se qualcuno ti offre da fumare non rifiutare mai!!
38. Se qualcuno dopo aver fumato, ti chiede un po' della tua bibita, non puoi rifiutarglielo.
39. Chi rompe un chilum lo deve ricomprare.
40. Un chilum non si svuota fino a quando la cenere non e' bianca (solo per gli shivaiti)
41. Prima di passarla, ricorda sempre di scuoterla.
42. Non affezionarti mai alla canna.
43. Se qualcuno sta rullando, ma e' sprovvisto di sigarette, e' da bastardi fare storie per offrirne una.
44. Sarebbe un atto di cavalleria gradito, offrire prima alle signore (che ovviamente non devono approfittarsene)
45. Se chi rulla sbaglia a chiuderla, e' bene dare un'altra possibilita' all'abile artigiano senza inutili commenti.
46. L'ultimo tiro al rollatore, il penultimo al fornitore.
47. Meglio non vantarsi mai che il proprio fumo e' il migliore, prima o poi qualcuno te ne portera' di piu' buono.
48. Assicurarsi di fare un cannone che possa fare almeno un giro completo.
49. E' maleducazione chiedere due tiri se c'e' qualcuno che aspetta il suo giro, quindi un saggio fumatore non deve far fumare chi lo chiede con insistenza.
50. Il rollatore piu' marcio deve sempre avere il diritto di provare aiutato dal rollatore piu' bravo.


L'atterraggio del carabiniere

Un carabiniere e' in volo di addestramento ai comandi di un jet. Terminata la sua esercitazione la torre di controllo gli ordina il rientro:
- "Qui torre di controllo. Appuntato Esposito, rientrare alla base!".
- "Qui appuntato Esposito in fase di avvicinamento ... mi trovo a 500 metri dalla pista di atterraggio...".
- "Bene, atterraggio autorizzato! Esegua pure le manovre di rientro!".
- "Negativo, torre di controllo! Non posso atterrare! La pista e' troppo corta!".
- "Non dica idiozie, appuntato! Atterri e basta!".
- "Non posso, la pista e' troppo corta!".
- "Esegua gli ordini senza discutere!".
- "Ma la pista e' troppo corta!".
- "Niente ma! Atterri e basta!".
Il carabiniere allora atterra, ma spezza le ali e distrugge l'aereo. Il tenente corre con i soccorsi al recupero del carabiniere. Si avvicina al rottame dell'aereo e il carabiniere gli dice:
- "Gliel'avevo detto, signor tenente, che la pista era troppo corta!", poi girando la testa a destra e a sinistra: "Ammazza pero' quant'e' larga...!".


Due carabinieri e la condanna a morte

Due carabinieri sono condannati alla pena di morte e devono decidere tra la sedia elettrica, la camera a gas e la ghigliottina. Il primo dice: "Allora, la ghigliottina non mi piace perche' mi fa troppa impressione tutto quel sangue in terra, nella camera a gas mi sento mancare il fiato... vada per la sedia elettrica". Viene accompagnato nella sala della sedia elettrica e gli viene data la prima scarica, ma per un difetto della macchina riamane vivo, anche dopo la seconda, e' sempre vivo, e cosi' pure dopo la terza al massimo voltaggio. Allora secondo la legge il carabiniere viene graziato perche' non e' morto neanche dopo tre scariche. Mentre viene riportato fuori il graziato rivede il suo amico e gli dice: "La sedia elettrica non funziona". Quando tocca al secondo a scegliere il tipo di morte questi dice: "Nella camera a gas mi sento mancare il fiato, la sedia elettrica non funziona, vada per la ghigliottina!".


Il carabiniere e il salame

Un carabiniere a cena da un contadino si vede offrire del salame molto gustoso. Al che il contadino vede il carabiniere prendere i chicchi di pepe e metterseli in tasca. Per non contrariarlo rimane col dubbio e fa finta di nulla. Alla fine della cena gli chiede se gli e' piaciuta, e il carabiniere risponde di si, al che il contadino per saggiare il terreno gli chiede:  "Anche il salame?" e il carabiniere:  "Si', era ottimo". A questo punto il contadino rincuorato gliene vuole offrire un po' per casa e il carabiniere:  "No, grazie, ma ho gia' preso i semi !".


L'adozione del carabiniere

Un carabiniere e sua moglie decidono di adottare un figlio. Vanno in Cambogia e scelgono un piccolo cambogiano di pochi mesi. Tornati in Italia si recano dove ha sede l'Istituto di Lingue Orientali e chiedono al Direttore di poter frequentare i corsi di lingua khmer. "Come mai? " chiede il Direttore. E il carabiniere: "Abbiamo adottato un piccolo cambogiano. Fra poco incomincera' a parlare e vorremmo capire che cosa dice! ".


Il verso del leone

Un esploratore, al ritorno da una battuta di caccia, racconta agli amici: "Ero appostato, quando ad un tratto un grosso leone e' uscito fuori da un cespuglio: PPPRRRRROOOOT!".  E gli amici: "Ma i leoni non fanno GGGGGRRROOOOOOAAARR?". "Beh, dipende. Non sempre escono di faccia".

 

In un circo

In un circo si scommette su chi nel pubblico riesce a far ridere un asino. Ci prova un sacco di gente ma niente; alla fine si avvicina un tizio e l'asino si mette a ridere a crepapelle. Pero` non si ferma piu` e il tizio si riavvicina e l'asino smette immediatamente di ridere e piange . Il padrone del circo incredulo gli chiede come ha fatto. "Prima gli ho detto che ce l'avevo piu`. grosso del suo, poi gliel'ho mostrato

 

Il leone e la scimmietta

Nella foresta c'è un leone che sta cacando. Una scimmia vede questo bel culetto rosa da un albero.. scende.. e.. ZAC! Il leone: "AAAAHHH!!! Chi è che si permette di inculare il re della foresta????" La scimmia scappa a gambe levate e il leone quando si gira non la vede più. Allora il leone si mette a cercare, e alla fine trova la scimmia tranquilla dietro un cespuglio che sta leggendo un quotidiano. Allora gli chiede: "scusa scimmia, hai mica visto passare di qui un tuo simile che stava correndo?". La scimmia: "chi, quello che ha inculato il leone?" E il leone: "MIO DIO!!!!! L'hanno già  messo sul giornale!!!!!"

 

Una signora con tre figliole nubili

Una signora con tre figliole nubili (di 20, 30 e 40 anni) torna a casa dalla messa: "Figliole mie! Che bravo marito vi avrei trovato oggi in chiesa!", dice la madre alle tre pervicaci zitellone, "E' ancora scapolo e non aspetta altro che di sposarsi!". La figlia di 20 anni chiede: "E com'e' com'e', mamma, e' bello?". La figlia di 30 anni chiede: "E com'e' com'e', mamma, e' ricco?". La figlia di 40 anni chiede, infilandosi il vestito buono: "E dov'e' dov'e', mamma, e' ancora li'?".

 

Una signora, al settimo mese di gravidanza



Una signora, al settimo mese di gravidanza, va dal ginecologo insieme con il marito. Dopo la visita il medico raccomanda loro di non fare piu' l'amore perche' e' pericoloso per il bambino. Passa qualche giorno e la moglie ha voglia di farlo ma il marito si rifiuta assolutamente per non far male al bambino. Ogni giorno che passa la moglie ne ha sempre piu' voglia e il marito si rifiuta sempre categoricamente finche' la signora, esasperata, si trova un amante. Un giorno il marito rientra prima del previsto e becca i due proprio sul piu' bello. Il marito si avvicina minaccioso, l'amante cerca freneticamente di staccarsi, ma non ci riesce. Punta i piedi contro la donna, ma non riesce ancora a staccarsi, il marito si avvicina sempre di piu' ... quando si sente all'improvviso una vocina: "Forza, papa', picchia forte che questo lo tengo io!!"

QUAND'ERO PICCOLO

QUAND'ERO PICCOLO I MIEI GENITORI HANNO CAMBIATO CASA UN SACCO DI VOLTE... MA IO SONO SEMPRE RIUSCITO A TROVARLI !!!

JSN Megazine template designed by JoomlaShine.com
Licenza Creative Commons
Ridichetipassa is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License.