La cura del dottore


 

Un tizio, non sentendosi molto bene, si reca da un dottore, anzi, potendoselo permettere, va da uno dei piu' importanti e famosi  luminari di medicina e gli racconta: "Dottore, da qualche tempo non mi sento affatto bene; sono stanco, ho mal di testa, non ho appetito, ho nausea, ecc". Il dottore lo visita attentamente e alla fine gli dice: "Non si preoccupi; non c'e' nulla di grave. Lei ha solo bisogno di aria pura. Vada in vacanza in montagna in mezzo ai boschi e vedra' che tutti i suoi sintomi spariranno". E il tizio: "Ma e' sicuro, dottore?". "Certo, non ho dubbi!". "Ma insisto, dottore, e' proprio sicuro?". E il dottore: "Ma certo, glielo ripeto. Sono sicuro. In fondo ho un'esperienza da dottore di piu' di 20 anni!". E il tizio: "Beh, vede, dottore, io faccio il boscaiolo da piu' di 30 anni!".


Dal barbiere

Ogni giorno un tale si affaccia alla bottega di un barbiere e conta i clienti in attesa: "Uno, due, tre...si', ce la dovrei fare...". La cosa e' talmente ossessiva che il barbiere chiede al garzone di seguire quel tipo per sapere chi e' e come mai gli rompe tanto le scatole. Il garzone ubbidisce e poi rientra dalla missione. "Allora, hai visto chi e' e dove va?". "Si', dopo che e' andato via di qua, e' entrato in una cabina e ha telefonato, poi e' andato a casa sua". Il barbiere sembra soddisfatto, ma la scena si ripete per giorni e giorni. Finche' un giorno il garzone gli chiede: "Senta, padrone, le posso dare del tu?". "E dammi del tu. Ma che c'entra?". "C'entra. perché il tizio dopo che e' uscito di qua, entra nella cabina telefonica, telefona e poi va a casa TUA!"


Una vecchietta piuttosto tirchia

Una vecchietta piuttosto tirchia va al negozio: "Mi dia un po' di rotoli di carta igienica". "Guardi", risponde la commessa, "Ciò che le serve è esposto nello scafale, ce ne sono di differenti prezzi e colori. Cosa le diamo?". "Quella che vuole", risponde la vecchietta, "L'importante è che non sia bianca perché si sporca subito!"

La figuraccia del professore di scienze naturali

In una scuola media, un prof di scienze naturali sta tenendo una lezione sulla circolazione sanguigna. Volendo fare un esempio pratico dice ai suoi studenti: "Vedete, se io camminassi sulle mani per un certo tempo, il sangue si accumulerebbe nella testa e il viso mi diventerebbe tutto rosso. Siete d'accordo?". "Sì !". "Bene, ora mi potete spiegare perche' quando mi metto in posizione normale il sangue non si accumula nei miei piedi?". Pierino alza subito la mano e risponde: "E' perche' i suoi piedi non sono vuoti..."


Dieci scuse per giustificarvi quando vostra madre vi scopre mentre vi fate una pippa


Dieci scuse per giustificarvi quando vostra madre vi scopre mentre vi fate una pippa:
1. La solitudine è una cosa orribile.
2. Chi si fa i cazzi suoi non muore mai.
3. Chi fa da sé fa per tre.
4. Mi allenavo per le gare scolastiche.
5. Aaaah!! Mamma!! Mi hai svegliato!! E questa cosa in mano che ho?
6. Controllavo se era tutto a posto, non si sa mai.
7. Stavo studiando i genitali che domani ho interrogazione di biologia.
8. Sono stato ipnotizzato e costretto a farlo.
9. Mi son trovato questa cosa in mezzo alle gambe, mi sono spaventato e ho cercato di tirarle il collo.
10. Guardami, guardami, ora conterò fino a tre, schioccherò le dita e tu dimenticherai tutto: 1, 2, 3!
 

Il pappagallo dispettoso

Un pappagallo e' solito fare scherzi telefonici. Un giorno ordina 1000 Kg di nafta e ovviamente fa addebitare la spese al padrone.
Scoperto l'autore del costoso scherzo il padrone afferra il pappagallo, lo rinchiude in uno stanzino buio e lo inchioda per le ali al muro. Quando i suoi occhi si sono abituati al buio intravede dall'altra parte della stanza un crocefisso e gli chiede: "Tu chi sei? ". "Sono Gesu' Cristo". "E da quanto tempo sei qui?". "Da quasi 2000 anni". E il pappagallo: "Cavoli! Ma quanta nafta hai ordinato?".

 

Il contadino e la vacca

Un contadino vive poveramente in una casa di campagna con sua moglie, tre figli e una vacca. Una mattina si alza come al solito all'alba, va nella stalla per mungere la vacca e la trova morta stecchita. In preda alla disperazione (la vacca e' la sua unica fonte di sostentamento) si impicca. Poco dopo anche la moglie si alza e non trovando il marito si reca nella stalla dove fa la macabra scoperta. Per la disperazione anche lei si impicca. Poco dopo il figlio piu' grande si alza e arrivato nella stalla trova oltre alla vacca anche padre e madre morti. Sconvolto, si dirige verso il fiume vicino e si butta nel tentativo di annegare. Ma all'improvviso una donna stupenda, dalle forme molto provocanti  e mezza nuda, sorge dalle acque del fiume e gli dice: "Io sono la fata delle acque. So tutto quello che e' accaduto e ti posso dare una possibilita': se mi scoperai per 5 volte di seguito ti salvero' la vita e faro' tornare in vita la vacca e i tuoi genitori. Il ragazzo naturalmente accetta, ma dopo 4 scopate furibonde alla quinta crolla e la fata a malincuore lo condanna a morte facendolo annegare nel fiume. Nel frattempo anche il secondo figlio si alza e trova nella stalla la vacca e i genitori morti. Anche lui per la disperazione decide di annegarsi nel fiume, ma proprio mentre sta annegando di nuovo salta fuori la fata che fa la seguente proposta: "Se mi scoperai 10 volte di seguito ti salvero' e faro' resuscitare tuo fratello, i tuoi genitori e la vacca". Anche il secondogenito, arrivato alla nona scopata crolla sfinito e la fata lo lascia annegare. Poco dopo l'ultimo figlio si alza anche lui e arrivato nella stalla fa la macabra scoperta. Per l'orrore si dirige verso il fiume e ci si butta nel tentativo di annegare. Ancora una volta la fata delle acque lo blocca in estremis e gli fa la solita proposta: "Se mi scoperai 15 volte ti salvero' e faro' resuscitare i tuoi due fratelli, i tuoi genitori e la vacca". Il giovanotto accetta spavaldamente: "Beh, perché solo 15 scopate, io propongo 20 scopate". E la fata: "Ah, si'? Allora te ne chiedo 25!". E il ragazzo: "Ma anche 30". L'affare e' fatto e il ragazzo comincia a farsi la bella fata. Solo che poco dopo si ferma pensieroso e rivolgendosi alla fata le chiede: "Scusa un momento: non e' che alla trentesima scopata muori come la vacca?".


Un'anziana signora

Un'anziana signora si presenta al responsabile di una biblioteca e si lamenta:

"L'altra settimana ho preso in prestito un vostro libro e l'ho trovato orribile!"

L'uomo le chiede: "In che senso, signora?". E lei: "Stampato in caratteri troppo piccoli e assolutamente privo di trama!"Il bibliotecario annuisce e dice al collega: "Aho, eccola quella che ci ha rubato l'elenco telefonico!"


Tre carabinieri a caccia

Tre carabinieri vanno insieme a caccia. Si appartano dietro cespugli diversi, poi il Maresciallo fa un segno e tutti e tre iniziano a sparare alla selvaggina. Dopo qualche minuto si sente uno dei tre urlare:
"Appuntato, che cosa avete preso?"
E lui: "Dalle piume sembrerebbe un fagiano! E voi, tenente, cosa avete preso?"
E questi: "Dal pelo sembrerebbe una lepre! Maresciallo ... voi cosa avete preso?"
Il Maresciallo: "Dai documenti sembrerebbe il guardiacaccia!"


I capelli bianchi

Una bimba si accorge che la mamma ha alcuni capelli bianchi e un po' preoccupata le fa: "Perche' hai alcuni capelli bianchi?". La mamma risponde: "Ogni volta che una figlia fa qualcosa di sbagliato e mi fa essere triste la mamma, un capello della mamma diventa bianco". La bimba ci pensa un po' su e poi le fa: "Mamma e perche' la nonna ha tutti i capelli bianchi???"


Tre dottori chiacchierano


 

In un meeting di ortopedici tre dottori chiacchierano al di fuori della hall. Ad un certo punto dalle scale scende un tipo che cammina zoppo e con le gambe divaricate. I tre dottori ne cominciano subito a fare una diagnosi. Il primo dice "Per me ha avuto una frattura al femore destro"; il secondo dice: "Per me ha avuto una frattura di entrambi i femori"; il terzo dice: "Per me ha avuto la rottura di almeno un menisco del ginocchio". Dopo varie discussioni i tre decidono di chiedere la conferma allo sfortunato signore: "Ci scusi buon uomo, ma io e i miei colleghi stiamo discutendo sulla sua malattia, ci puo' dire qual e' la sua malattia?". E il tipo dice: "Ah dottori ci siamo sbagliati in 4; anch'io credevo che fosse solo una scoreggia, invece...".


Le domande assurde degli avvocati


Alcune domande REALMENTE chieste da avvocati a testimoni durante

lo svolgimento di processi.
a) "Dunque dottore, non e' forse vero che quando una persona

muore mentre dorme,

non se ne rende conto fino al mattino?"
b) "Era presente quando le scattarono questa sua fotografia?"
c) "Il figlio piu' giovane, quello di vent'anni, quanti anni ha?"
d) "Era da solo o era solamente lei?"
e) "Fu lei o suo fratello a morire in guerra?"
f) "Vi ha ucciso?"
g) "Quanto erano distanti i veicoli al momento della collisione?"
h) "Lei era li' finché non se ne e' andato, giusto?"
i) "Quante volte si e' suicidato?"
l) Avvocato: "Cosi', la data di concepimento del bambino

fu l'8 di Agosto?".

Teste: "Si'". Avvocato: "E che cosa stava facendo

in quel momento?"
m) Avvocato: "Lei ha tre figli, giusto?". Teste: "Si'".

Avvocato: "Quanti sono maschi?". Teste: "Nessuno".

Avvocato: "Qualcuno di loro e' femmina?"
n) Avvocato: "Lei dice che le scale andavano giu'

fino al piano terra". Teste: "Si'".

Avvocato: "E queste scale, tornavano anche su?"
o) Avvocato: "Signor Slatery, lei ha avuto una luna

di miele particolare, vero?".

Teste: "Sono andato in Europa". Avvocato: "E ci ha

portato la sua nuova moglie?"
p) Avvocato: "Da cosa e' stato interrotto

il suo primo matrimonio?".

Teste: "Dalla morte". Avvocato: "E dalla morte di

chi e' stato interrotto?"
q) Avvocato: "Puo' descrivere l'individuo?".

Teste: "Era di media altezza e aveva la barba".

Avvocato: "Si trattava di un maschio o di una femmina?"
r) Avvocato: "La sua presenza qui questa mattina

e' dovuta alla notifica

di deposizione che ho recapitato al suo avvocato?".

Teste: "No, cosi' e' come mi vesto quando vado a lavorare".
s) Avvocato: "Dottore, quante autopsie

ha eseguito su persone morte?".

Teste: "Tutte le mie autopsie sono eseguite su persone morte!"
t) Avvocato: "Tutte le tue risposte devono essere orali, OK?

Che scuola frequenti?". Teste: "Orali"
u) Avvocato: "Si ricorda l'ora in cui ha esaminato il corpo?".

Teste: "L'autopsia e' iniziata attorno alle 20:30".

Avvocato: "E il signor Dennington era morto?".

Teste: "No, era sdraiato sul tavolo desideroso di sapere perche'

gli stavo facendo un'autopsia!"
v) Avvocato: "Puo' fornirci un campione di urina?".

Teste: "Lo posso fare sin da quando ero piccolo!"
z) Avvocato: "Dottore, prima di eseguire l'autopsia,

ha controllato la presenza del battito cardiaco?".

Teste: "No".

Avvocato: "Allora ha controllato la pressione del sangue?".

Teste: "No". Avvocato: "Ha controllato se respirava?".

Teste: "No".

Avvocato: "Allora e' possibile che il paziente fosse vivo

quando ha cominciato l'autopsia?".

Teste: "No".

Avvocato: "Come puo' esserne cosi' sicuro, dottore?". 

Teste: "Perche' il suo cervello era in un contenitore

sulla mia scrivania".

Avvocato: "Ma e' tuttavia possibile che il paziente

possa essere stato ancora vivo?".

Teste: "Si', e' possibile che fosse vivo e che stesse

facendo l'avvocato da qualche parte!".                                                                                                                                       z1) Avvocato: "Cosa avvenne poi?". Testimone: "Lui mi disse:

'Devo ucciderti perche' mi puoi identificare'. ".

"E la uccise?". "No".

Un infermiera in sala operatoria


 

In sala operatoria. Medico: "Infermiera avanti con l'anestesia locale". Infermiera rovistando nell'armadio: "Uhm...di locale non ne abbiamo, abbiamo solo anestesia fabbricata in Germania".


Una bella ragazza dal dottore

Una bella ragazza si presenta dal medico: "Dottore, la prego, non mi guardi cosi'. Sono molto timida". "Su, signorina, si spogli tranquillamente. Mi girero' dall'altra parte. E poi sono un medico, non abbia timore". "Dottore, mi vergogno. Almeno spenga la luce e si giri dall'altra parte". "Va bene, signorina. Lei proprio non ha fiducia del suo medico. Ho spento la luce e mi sono girato". Finalmente la ragazza si decide e si spoglia. Lentamente si toglie ogni cosa e quando e' rimasta completamente nuda chiede: "Dottore, dove posso appoggiare i vestiti?". Una voce nel buio le dice: "Li metta pure sulla sedia... accanto ai miei..."


Un signore si reca dal dottore

Un signore si reca dal dottore, entra nello studio e dice: "Dottore, dottore! Mi stanno cadendo i capelli... Che devo fare???". Il medico risponde: "Per prima cosa esca, che ho appena finito di spazzare il pavimento!"

Un macellaio nel suo negozio

Un macellaio stava lavorando nel suo negozio e fu sorpreso nel veder entrare un cane. Lo cacciò ma il cane tornò subito. Cercò quindi di mandarlo via ancora, ma si rese conto che il cane aveva un foglio in bocca. Prese dunque il foglio e lo lesse: "Mi potrebbe mandare 12 salsicce e tre bistecche di manzo per favore?"
Il macellaio notò pure che il cane aveva in bocca un biglietto da 50 euro.
Così prese le salsicce e le bistecche e le infilò insieme in una busta che mise nella bocca del cane.
Il macellaio rimase molto colpito e, siccome era già ora di chiudere il negozio, decise di seguire il cane che stava andando in strada con la borsa tra i denti. Quando il cane arrivò a un incrocio, lasciò la busta sul marciapiede, si alzò sulle zampe posteriori e con una delle anteriori schiacciò il pulsante dei pedoni per cambiare il segnale del semaforo.
Prese di nuovo la borsa e aspettò pazientemente che il semaforo desse il via ai pedoni. Allora attraversò la strada e camminò fino a una fermata del bus, mentre il macellaio stupefatto lo seguiva da vicino. Arrivò un bus e il cane salì dalla porta posteriore affinché il conduttore non lo potesse vedere. Il macellaio, a bocca aperta, lo seguì. All'improvviso il cane si alzò sulle zampe posteriori e toccò il campanello della fermata sempre con la borsa tra i denti. Quando il bus si fermò, il cane scese, e anche il macellaio, ed entrambi camminarono per la strada finché il cane si fermò a una casa. Pose la borsa sul marciapiede, e prendendo la rincorsa, si lanciò contro la porta. Ripeté l'azione diverse volte, ma nessuno gli aprì la porta. Allora il cane fece il giro della casa, saltò un recinto, si avvicinò a una finestra e, con la testa, colpì diverse volte il vetro. Ritornò alla porta che si aprì e comparve un uomo che cominciò a picchiare il cane.
Il macellaio corse verso l'uomo e gridò: "Santo cielo, che cosa sta facendo? Il suo cane è un genio!"
L'uomo irritato rispose: "Un genio? E' la seconda volta nella settimana che questo stupido si dimentica le chiavi!!!"

Morale: SARAI SEMPRE AL DI SOTTO DELLE SUE ASPETTATIVE DEL TUO CAPO


Il capo

"Capo, posso uscire due ore prima oggi? Mia moglie vuole andare per negozi con me..."
"Non se ne parla nemmeno!" "Grazie, capo, lo sapevo che non mi avrebbe lasciato nei casini!"


Il lavoro che sognavo

C'era un tizio il quale, in gioventù, desiderava più di ogni altra cosa diventare un grande scrittore. Quando qualcuno gli chiedeva di definire il termine "grande" rispondeva: "Voglio scrivere roba che il mondo intero legga, roba che faccia reagire la gente a livello emotivo, roba che li faccia urlare, piangere, tremare di rabbia e di dolore". Pare abbia raggiunto il suo scopo. Attualmente lavora per Microsoft, è il redattore dei messaggi di errore.


Un guasto alla macchina

Ci sono un meccanico, un elettricista ed un informatico in un auto che all’improvviso rimane ferma. L’elettricista dice: “Credo che ci sia un problema nei circuiti della macchina…” al che il meccanico prontamente risponde: “No, no, credo piuttosto che ci sia un problema al motore!”. L’informatico li guarda e dice: “E se zitti, zitti provassimo a scendere, chiudere, risalire e si provasse a mettere in moto nuovamente?”…


Le leggi per i programmatori di computer


1 "Qualsiasi programma, quando funziona, e' obsoleto".

2 " Qualsiasi nuova versione di un programma costa di piu' e ci mette di piu'".

3 "Se un programma e' utile, dovra' essere cambiato".

4. Se un programma e' inutile, dovra' essere documentato.

5. Ogni programma si espandera' fino ad occupare tutta la memoria disponibile.

6. Il valore di un programma e' proporzionale all'ingombro del suo output.

7.  La complessita' di un programma si arresta dopo aver oltrepassato le capacita' del programmatore.


Le preghiere della sera

Due bambini vanno a trascorrere alcuni giorni dalla loro nonna. La sera prima di andare a domire dicono le preghiere.

Quindi, quasi urlando, uno dei due dice:

 - "Signore, ricordati anche di portarmi un bel trenino, perché domani è il mio compleanno!"

 - "Ma perché urli tanto? Il Signore non è mica sordo!"

 - "Il Signore no, ma la nonna si"

IL PADRE AL FIGLIO CHE STA PER SPOSARSI

IL PADRE AL FIGLIO CHE STA PER SPOSARSI... TI FACCIO I MIEI MIGLIORI AUGURI, QUESTO E' IL GIORNO PIU' BELLO DELLA TUA VITA !!!

MA PAPA' GUARDA CHE IO MI SPOSO DOMANI RISPONDE IL FIGLIO E IL PADRE... APPUNTO !!!

Un carabiniere in crociera

Un carabiniere sta facendo una crociera su una nave, quando questa urta uno scoglio e incomincia a inabissarsi. E' disperato, ma per fortuna un marinaio lo prende sotto la sua custodia e gli dice:
"Vieni con me e fai come faccio io".
Il marinaio prende un'ascia e con pochi colpi decisi recide le funi di una barca di salvataggio. Allora anche il carabiniere prende un'ascia e comincia a dare dei gran colpi sulla barca facendola a pezzi. Il marinaio, inorridito, gli chiede:
"Ma che fai?".
E il carabiniere: "Ti aiuto a fare la zattera!".


Il carabiniere al bagno

La moglie chiede incuriosita al marito, appuntato dell'arma: "Posso sapere perché indossi il giubbotto antiproiettile tutte le volte che vai al gabinetto?" E lui: "Sai cara, ci hanno fatto una soffiata. Ci hanno avvertito che un giorno o l'altro qualche stronzo ci spara...."


Un carabiniere e la ferrari

Un carabiniere vince 8 miliardi al lotto e decide di comprarsi il sogno della sua vita: una Ferrari F50. Qualche giorno dopo un poliziotto in autostrada lo vede mentre spinge la sua super auto. Il poliziotto si ferma e gli chiede se e' in panne, e lui gli risponde: "No, no... E' nuova di zecca. Solo che quando l'ho ritirata mi hanno detto di non superare i 50 all'ora in citta' e di spingerla un po' in autostrada...".


Il vecchietto freddoloso

Un vecchietto che soffre molto il freddo muore e va in Paradiso. Qui trova S. Pietro e gli dice: "Io soffro molto il freddo, spero di non sentire freddo qui...". "Ma no! Non ci sono problemi! In Paradiso starai benissimo". Il giorno dopo ritorna da S. Pietro tutto tremante: "Brrr! N-n-non e' possibile! Qui fa troppo freddo! Fammi andare in Purgatorio". San Pietro protesta, ma alla fine lo accontenta. Ma il giorno dopo S. Pietro se lo vede arrivare di nuovo: "Brrr! Che freddo! In Purgatorio ci sono anime tormentate in continuo movimento: circola un sacco di aria fresca! Fammi andare all'Inferno". S. Pietro protesta ancora, ma alla fine lo accontenta. Alcuni giorni dopo S. Pietro e' preso dal rimorso e scende all'Inferno. Appena entrato cerca il vecchietto nell'oscurita' rotta solo dalle fiamme che circondano le anime, in mezzo alle urla dei dannati e gli sghignazzi dei diavoli. Guarda in giro e dopo un po' sente una voce lontana che grida verso di lui. E' la voce del vecchietto che urla: "LA PORTAAAA!!!"

Il vecchietto e il Ninja

In un normalissimo bar un vecchio sta bevendo il suo bicchiere di vino quotidiano quando urlando fa irruzione un Ninja e picchia in testa il vecchietto con l' elsa della spada .Il vecchietto per il colpo sviene. Il Ninja allora si rivolge al barista e gli dice :"Barista quando si sveglia digli che l'ho colpito con una spada del 700". Piu' tardi il barista riferisce l'accaduto al vecchio.Il giorno dopo il Ninja ritorna urlando nel bar e colpisce nuovamente il vecchietto. "Barista", dice il Ninja, "Quando si sveglia digli che l'ho colpito con una spada del 600" .Di nuovo il barista riferisce il messaggio del Ninja . Il terzo giorno il Ninja irrompe urlando nel bar ma non vede il vecchietto , questo gli arriva alle spalle e lo colpisce duramente, poi dice al barista: "Barista quando si sveglia, se si sveglia, digli che l'ho colpito con il cric della 500"


BUSSANO ALLA PORTA DI UN 80ENNE

DUE TESTIMONI DI GEOVA BUSSANO ALLA PORTA DI UN 80ENNE 

"Buongiorno,Noi siamo la luce del mondo.."

e il vecchietto:"Maria,vieni che ci sono quelli dell' ENEL...


Tre simpatici vecchietti


Tre vecchietti, tutti abbondantemente sopra la soglia dei settant`anni, stanno a passeggiando nel parco..davanti a un mezzo litro di vino rosso e discutono dei guai provocati dall`avanzare dell`età:

-io-

esordisce il primo

-tutte le mattine mi alzo all`alba, prendo il mio cane e vado a caccia. Ma mentre una volta tornavo sempre col carniere pieno, ora non ci vedo più bene e non piglio neanche una lepre zoppa a me è la vista che mi rovina, è la vista....

-io-

si lamenta il secondo

-avevo uno stomaco di ferro, riuscivo a mangiare di tutto e mi facevo certe scorpacciate di polenta con le costine di maiale.... Ora la sera sono costretto a cenare con una minestrina a me è lo stomaco che mi rovina, è lo stomaco....

-io-

conclude il terzo

-starei abbastanza bene, pensate che questa mattina ho visto la figlia della mia vicina che lavava i panni al ruscello, senza pensarci due volte.... mi sono avvicinato da dietro e me la son fatta, ma lei si è voltata e mi ha detto: "Ah peppì, è la terza volta che lo facciamo da stamattina!!!!" a me è la memoria che mi rovina, è la memoria....


Una coppia decisamente attempata

Una coppia decisamente attempata osserva una coppia di canarini nella stessa gabbia. All'improvviso il canarino maschio con un gesto fulmineo monta in groppa alla femmina e la possiede piu' volte. Lei: "Hai visto caro, che bravo quel canarino. Quattro volte in pochi minuti...". Lui: "Bella forza, e' tutto uccello!".


JSN Megazine template designed by JoomlaShine.com
Licenza Creative Commons
Ridichetipassa is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License.