LA SPESA AL SUPERMERCATO

Procedura per l'uomo medio:

1. Entra a colpo sicuro nelle porte automatiche scorrevoli.
2. Ruba un carrello alla prima donna in catalessi davanti ad una vetrina.
3. Segue le indicazioni delle frecce per il supermercato.
4. Legge la lista della spesa (che comprende cinque voci, di cui le prime tre sono patatine, birra e cioccolata).
5. Mette nel carrello la metà delle spese elencate nella lista.
6. Raggiunge le casse.
7. Paga.
8. Esce.

Procedura per la donna media:

[NB: si è volutamente tralasciata la lunga parte relativa al trucco e alla cerimonia di vestizione stile "devo andare a un gala"...]
1. Vuole entrare a tutti i costi dalle uniche porte scorrevoli non funzionanti...
2. Segue il primo uomo che arriva imitando da che parte entra.
3. Ingaggia una lotta col fango con altre tre donne che hanno avvistato il medesimo carrello.
4. Trova la prima superficie riflettente e si dà una sistemata: controlla stato dei graffi sul viso, messa in piega, si cambia la camicia strappata.
5. Segue le indicazioni per la gioielleria.
6. Si ferma per dieci minuti davanti alle vetrine in rispettoso silenzio.
7. Esce dalla trance e segue le frecce "Calzature e borse".
8. Entra nel negozio.
9. Prova tutti i modelli di scarpe e borse disponibili (anche i numeri non suoi).
10. Non acquista niente e si lascia alle spalle una montagna di scatole aperte (e un commesso in lacrime).
11. Esce.
12. Segue le indicazioni "Abbigliamento".
13. Si tiene in allenamento squadrando da cima a fondo tutti i difetti delle altre donne: le boccia regolarmente tutte ("La minigonna alla sua età!", "Che vacca!", "Non ha stile!", "Ma quanto è truccata!", ecc.).
14. Pausa per incipriamento naso.
15. Intravede la vetrina delle pellicce.
16. Si auto-convince psicologicamente a superare la vetrina (anche perché è luglio).
17. Avvista la profumeria.
18. Entra.
19. Riesce ad acquistare a caso profumi, gel anticellulite, rossetti di colori mai uditi prima, fard, fondotinta e altri accessori in offerta.
20. Richiede, insieme agli acquisti, campioncini gratuiti di varia e indispensabile utilità.
21. Paga con la carta di credito (del marito).
22. Esce.
23. Si appropinqua a un altro negozio di abbigliamento.
24. Entra.
25. Trance.
26. Per essere sicura di vedere bene i colori si fa accompagnare fuori alla luce del sole almeno trenta volte.
27. Si impietosisce solo a seguito di collasso con stramazzamento al suolo della persona che la sta servendo nel negozio, capisce che è il caso di acquistare qualcosa e si presenta alla cassa con un paio di collant.
28. Esce.
29. Torna indietro perché ha lasciato sul bancone il resto.
30. Segue le frecce "Alimentari".
31. Entra con il fiatone nel reparto perché leggermente in ritardo...
32. Punta come un missile patriot sul bersaglio: le offerte (paghi quattro prendi due...).
33. Mette nel carrello tutto quello che ci entra e/o che luccica e/o che reca la scritta "offerta".
34. Paragona i prezzi di prodotti diversi (zucchine col detersivo, ecc.).
35. Mette nel carrello quello scaduto.
36. Con la scusa di acquistare dei Findus infila la testa nel freezer.
37. Prestando attenzione a non incollarsi le labbra su qualche surgelato riesce a rinnovare il rossetto sulle labbra.
38. Raggiunge le casse.
39. Paga e trasale.
40. Esce.
41. Si avvia fuori dal centro commerciale allo spegnimento delle ultime luci.
42. Cerca disperatamente dove ha lasciato la propria vettura, percorrendo il parcheggio semideserto per quattro volte.
43. Avvista l'auto dopo esserci passata davanti solo due volte.
44. Parte di gran carriera alla volta della propria abitazione prima che la famiglia sporga denuncia.
45. Fa retromarcia e recupera le borse della spesa.
46. Finalmente riparte

L'ordine al carabiniere

Stazione carabinieri. Arriva dal comando l'ordine del giorno che dice: "Arrestare il Sergente Lojacono con il maggior segreto possibile". Una settimana dopo, arriva il rapporto al comando: "Sergente Lojacono arrestato. STOP. Senza esito finora le ricerche di tale Maggiore Segreto Possibile. STOP".

Una barzelletta sui carabinieri

Un ragazzo entra in un bar e dice: "Ho una nuova barzelletta di raccontare sui carabinieri". Un uomo, seduto ad un tavolo, dice: "Guarda ragazzo, io sono un carabiniere. E vedi il mio amico la'? Anche lui e' un carabiniere. E quel uomo grosso seduto al tavolo e' un carabiniere. Sei sicuro che vuoi raccontare questa barzelletta?". Il ragazzo pensa un po' e dice: "No. Non ho voglia di raccontarla tre volte".


Un carabiniere siciliano

Un carabiniere siciliano decide un giorno di andare a farsi una bella camminata in montagna. Cammina, cammina, arriva dove inizia la prima neve. Dopo circa 10 minuti di cammino nella neve trova un cartello con su scritto "Qui inizia la neve perenne". Il carabiniere legge ed esclama: "Minchia! E allora? Pure a Trapani inizia per N  !".


Il carabiniere in ospedale

Un povero carabiniere e' coinvolto in un grave incidente automobilistico nel quale riporta cosi' tante fratture che all'ospedale sono costretti a fargli una ingessatura totale. Essendo impossibilitato ad aprire la bocca e ad ingerire qualsiasi sostanza, deve essere alimentato esclusivamente per via rettale tramite un tubo. Il giorno del suo compleanno una infermiera, impietosita dal suo stato, decide di dargli un po' di caffe' attraverso il tubo. Mentre lo sta versando il carabiniere prende ad urlare: "MMMMMMMHHHHHH... UUUUHHHHH!!!". L'infermiera si avvicina alla apertura della bocca: "Che c'e'? E' troppo caldo?". Il carabiniere con un fil di voce, tra i denti serrati: "No... lo prendo senza zucchero!"


Un tizio entra in un negozio di animali

Un tizio entra in un negozio di animali per comprare un pappagallo. Il negoziante avverte che ne ha solo tre e molto costosi. Il primo costa 5 mila Euro ed e' in grado di programmare un computer, il secondo costa 25 mila Euro e oltre che a programmare e' in grado di progettare computer. Il  terzo costa 50 mila Euro. Il tizio incuriosito chiede: "E questo cos'ha di speciale?". E il negoziante: "Non so, ma gli altri due lo chiamano professore!"

 

Il canguro allo zoo

In uno zoo c'e' un canguro che continuamente scappa dal suo recinto. Succede molte volte finche' i guardiani un giorno decidono di costruire una palizzata molto alta. Ma il canguro durante la notte scappa nuovamente. Allora i guardiani decidono di aumentare l'altezza dello steccato da 2 a 3 metri. Ma il giorno dopo il canguro e' di nuovo scappato. I guardiani allora aumentare l'altezza a 4 metri, ma il giorno dopo il canguro e' scappato di nuovo. Un gruppo di scimmie osserva la scena per diversi giorni e alla fine una chiede all'altra: "Ma secondo te quanto deve essere alta la staccionata?". E l'altra: "Anche 100 metri se non si decidono a chiudere il portone di ingresso!".

 

La storia del Leone e del Topolino

Un leone cade per sbaglio in una profonda buca e inizia ad invocare aiuto perche' non e' capace di uscire. Attirato dalle insistenti urla, sul ciglio della buca si affaccia un topolino che chiede: " Che ti e' successo ?"
"Non riesco ad uscire...se mi darai una mano te ne saro' grato tutta la vita !"
"Torno subito !!" gli dice.... e dopo poco torna alla guida di una Ferrari a cui e' attaccato un cavo da traino. "Attaccati al cavo" dice il topolino al leone.... e lo tira su! Il leone riconoscente gli promette "Mi hai salvato la vita e te ne sono grato...
qualsiasi cosa ti serva non esitare a chiedere !!"
Dopo due mesi e' il topo a trovarsi in una buca profonda 30cm (per il topo e' comunque grandissima).... il leone sente le grida di aiuto e guarda nella piccola buca e dice: " Che ti e' successo topolino?" "Non riesco ad uscire... dammi una mano, ti prego!" Il leone mette nella buca il suo pisello, dice al topolino di attaccarcisi e lo salva.
Morale della storia: SE CE L' HAI LUNGO 30CM NON SERVE AVERE UNA FERRARI

 

Una signorina inglese

Una signorina inglese di buona famiglia sposa un rude minatore del Galles. La prima notte di nozze lei si fa trovare a letto indossando una casta camicia da notte di pizzo. Lui, in canottiera e mutandoni ascellari, prima di infilarsi sotto le coperte si svita il piede destro, di legno, ricordo di un incidente in miniera. La timida sposa, che non era a conoscenza del lieve difetto fisico, rimane molto impressionata e, la mattina successiva, telegrafa alla madre: DEAR MOTHER MY HUSBAND ONLY ONE FOOT. La mattina seguente giunge il telegramma di risposta della madre:  CONGRATULATIONS YOUR FATHER ONLY SIX INCHES..


Una giovane donna in gravidanza

Una giovane donna all'ottavo mese di gravidanza va a consultare il ginecologo.

Questi le chiede: "Al momento del parto, il padre del bambino, secondo lei vorra' essere presente?". E la donna: "No, non credo. Lui e mio marito non si possono vedere..."


La bimba e la caramellina

Una bambina fa saltellare in mano una pallina e canta ...
“Io ho la caramellina! Io ho la caramellina! Io ho la caramellina!”
Il fratello arriva da dietro ... agguanta la caramella al volo e la mangia ...
“Adesso non ce l'hai piùùù ...”
La piccola ... senza scomporsi ... si mette un dito nel naso ...
“E io me ne faccio un'altra ...”


JSN Megazine template designed by JoomlaShine.com
Licenza Creative Commons
Ridichetipassa is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License.