Le varie situazioni e la conseguente battuta che invariabilmente ne scaturisce, quegli istanti di meravigliosa sospensione in cui tutti si aspettano la battuta inevitabile, e poi qualcuno, senza vergogna, la dice davvero.

-dite la verità, quante di queste avete detto almeno una volta?

 .

Quando, in aeroporto, il tragitto in bus per raggiungere l'aereo sulla pista è sufficientemente lungo, sicuramente qualcuno dirà ad alta voce: - Cosa è, hanno deciso di portarci a destinazione in autobus?

.

Nei villaggi turistici all inclusive: - Ti offro qualcosa al bar...

.

Per qualche ragione qualcuno legge una serie di numeri ad alta voce.
Non si riesce ad arrivare al terzo numero senza che qualcuno gridi: - Terno - poi, siccome nessuno ride, pensa che non l'abbiano capita e riprova ad oltranza con: - Cinquina - e: - Tombola.

.

Quando viene detta ad alta voce una lettera seguita da un numero (ad esempio B25), come capita nelle code dei negozi, la battuta obbligatoria è: - Colpito e affondato.

.

La battuta obbligatoria dei giorni a cavallo di capodanno è, prima: - Ciao allora, ci vediamo tra un anno - oppure dopo: - Ehi, ma è dall'anno scorso che non ci vediamo.

.

Se un gruppo numeroso si sparpaglia e poi si raduna di nuovo, al momento di verificare se manca qualcuno, l'idiota di turno dirà - Chi è assente alzi la mano!

.

Quando si esce dall'acqua dopo avere fatto un bagno in mare e qualcuno chiede: - Com'è l'acqua? - è buon uso rispondere: - Bagnata. se il bagno è marittimo e non lacustre o in piscina, un'alternativa altrettanto brillante è rispondere: - Salata.

.

Al ristorante, quando termina una bottiglia di vino e se ne desidera un'altra, al cameriere si dice:
- Me ne porta un'altra, questa era vuota, oppure
- Dev'essere bucata questa bottiglia: è già finita, oppure
- Col caldo che fa è evaporato tutto il vino.

.

Al ristorante, quando si aspetta a lungo un piatto, ad esempio un fritto misto di pesce, qualcuno dirà la seguente battuta obbligatoria:
- Sono andati a pescarlo?

.

Al termine di un pasto luculliano, quando tutti sono sdraiati sulle sedie più che seduti, è indispensabile che qualcuno si sacrifichi e urli: - Davvero buoni questi antipasti, possiamo passare ai primi. - In alternativa si può sempre affermare: - È cotto! Ora può portare i piatti.

.

Quando si paga qualcosa con delle banconote ancora intonse la battuta obbligatoria è: - Sono nuove, le ho appena stampate.

.

Cosa si dice quando si vede la pubblicità di un prodotto con una ragazza ammiccante di fianco e l'indicazione del prezzo?
- Per quei soldi ti danno anche la ragazza?

.

Quando uno dice: - Abbiamo raggiunto davvero il fondo - non è possibile che qualcuno non ribatta con - Possiamo sempre scavare - o qualcosa del genere.

.

Questa credo che valga solo per quelli che hanno vissuto gli Zecchini d'oro dei tardi anni sessanta. Quando qualcuno dice - 44 - è molto improbabile che nessuno dica giulivo - In fila per sei col resto di due!

.

Quando si abborda una ragazza avviene spesso che per togliersi dall'impaccio questa dica - Sono fidanzata - a quel punto il giovanotto può peggiorare la propria posizione dicendo: - Ma io non sono geloso.

.

Quando c'è un contrattempo, un piccolo problema, c'è sempre qualcuno che giocondo urla - È il bello della diretta!

.

Quando in una discussione uno dice un punto importante a suo favore e dice - Uno a zero, palla al centro - difficilmente qualcuno resiste alla tentazione, alla successiva, risibile frase, di dire qualcosa del tipo - Uno a uno, si ricomincia - oppure - due a zero, palla al centro.

.

Tanti auguri a tee, tanti auguri a tee, tanti auguri a tee
e la torta a mee...

.

Quando uno esce dicendo - Torno fra un'ora - o - Ci vediamo domani - e rientra dopo due minuti per prendere qualcosa che ha dimenticato, qualcuno dei presenti deve obbligatoriamente dire: - Hai fatto in fretta -, - Come passa il tempo - o qualche amenità simile.

.

Quando uno decide che il livello di sudicio o disordine dell'ufficio è giunto oltre la soglia di tollerabilità e si mette a risistemare le cose uno dei colleghi deve dire - Poi passi a casa mia?

.

Quando per la strada si sente una sirena, in un gruppo di amici deve sempre esserci qualcuno che, facendo finta di trattenere un altro, inizia a urlare: - È qui, venite e prenderlo, eccolo.

.

Alla domanda - E allora? - bisogna rispondere: - Sessanta minuti. .

.

Quando si arriva in un posto dove il giorno prima pioveva e ora fa bello, qualcuno dirà: - Hai portato il bel tempo?
Quando si arriva in un posto dove il giorno prima faceva bello e ora piove, qualcuno dirà: - Hai portato la pioggia?
.

Alla proposta di fare un ballo tipo "trenino", ci sarà sempre un uomo che commenterà ilare: - Io ultimo! - oppure: - Io chiudo la fila.

.

La risposta alla frase di saluto: - Fatti vedere - deve essere: - Sì, ma da uno bravo! - che di solito dice un terzo nel gruppo

.

- Che ora è?
- L'ora di ieri a quest'ora.

.

- Che ora è?
- È ora di comprarti un orologio. .

 

Quando uno torna dalle ferie, oppure il lunedì, e gli altri chiedono - Come va? - la risposta deve essere sempre - Eh, andava meglio ieri.

.

Due amici che si congedano dopo un incontro:
- Ci vediamo allora.
- E se non ci vediamo, accendiamo la  luce.

.

Quando un tram o un treno si blocca per un imprevisto, immancabilmente qualcuno commenterà ad alta voce: - Si è forata una gomma.

.

In una cena tra amici, quando si mangia la pizza direttamente dal cartone o su piatti di plastica, ci sarà sempre un magnanimo benefattore che dichiarerà: - I piatti oggi li lavo io!

.

Quando qualcuno fa qualcosa che di solito non fa, ad esempio arriva in ritardo mentre è sempre in ritardo, bisogna dire: - Toh, sei arrivato in orario: oggi piove.

.

Se in ufficio (non a casa o al ristorante) manca la corrente, bisogna dire: - chi è che non ha pagato la bolletta?

.

Il giorno della festa della Donna qualche uomo è tenuto a dire - E quando sarebbe la festa dell'Uomo? - A questa, che di per sé sarebbe già una battuta notevole, una donna deve rispondere: - La festa dell'Uomo è tutti gli altri giorni dell'anno.

.

Se siete di un'altezza normale, incontrate uno molto alto e volete fare il simpatico, sarebbe d'uopo che gli chiedeste - Che tempo fa lassù? Nevica?

.

Quando qualcuno impone o dichiara una data di fine per qualche attività che si ritiene debba necessitare di più tempo, la battuta da fare è: - Sì, ma non ha detto di quale anno

.

.Quando si scopre che qualcuno è diplomato al conservatorio, non si può evitare di dire: - Anche io ho suonato per anni al conservatorio... ma non mi hanno mai aperto!

.

- Suoni qualche strumento?
- Solo il campanello di casa.
Una battuta obbligatoria che fa il paio con quella di sopra.

.

Quando qualcuno parte in treno o, ancora meglio, in aereo, è necessario salutare dicendo: - Mi raccomando, vai piano.

.

Quando qualcuno parla di qualcosa di "avanzato", nel senso di innovativo (centro di ricerche avanzato, idee avanzate), è necessario che il battutista dica: - Ma perché, non le voleva nessuno che sono avanzate? - Oppure: - Se è avanzato allora bisogna metterlo in frigo!

.

Alla domanda: - Fai qualche sport? - se l'interrogato vuole mostrarsi simpatico, deve rispondere: - Sì, faccio i muscoli addominali, quelli da tavola. - Il successo è garantito. Oppure potrebbe ripiegare sulla sempre divertente: - Sì, faccio ginnastica mandibolare.

.

Quando si condivide uno stesso bicchiere o una bottiglia si dice: - Stai tranquillo, tanto abbiamo le stesse malattie.

.

Quando si dice che qualcosa ha l'ingresso gratuito (concerti, spettacoli ecc.) fa molto ridere aggiungere: - Però l'uscita è a pagamento. - E se non lo si aggiungesse, qualcuno prontamente colmerà la lacuna.

 

Le varie situazioni e la conseguente battuta che invariabilmente ne scaturisce, quegli istanti di meravigliosa sospensione in cui tutti si aspettano la battuta inevitabile, e poi qualcuno, senza vergogna, la dice davvero.

 

Quando, in aeroporto, il tragitto in bus per raggiungere l'aereo sulla pista è sufficientemente lungo, sicuramente qualcuno dirà ad alta voce: - Cosa è, hanno deciso di portarci a destinazione in autobus?

Nei villaggi turistici all inclusive: - Ti offro qualcosa al bar...

Per qualche ragione qualcuno legge una serie di numeri ad alta voce.
Non si riesce ad arrivare al terzo numero senza che qualcuno gridi: - Terno - poi, siccome nessuno ride, pensa che non l'abbiano capita e riprova ad oltranza con: - Cinquina - e: - Tombola.

Quando viene detta ad alta voce una lettera seguita da un numero (ad esempio B25), come capita nelle code dei negozi, la battuta obbligatoria è: - Colpito e affondato.

La battuta obbligatoria dei giorni a cavallo di capodanno è, prima: - Ciao allora, ci vediamo tra un anno - oppure dopo: - Ehi, ma è dall'anno scorso che non ci vediamo.

Se un gruppo numeroso si sparpaglia e poi si raduna di nuovo, al momento di verificare se manca qualcuno, l'idiota di turno dirà - Chi è assente alzi la mano!

Quando si esce dall'acqua dopo avere fatto un bagno in mare e qualcuno chiede: - Com'è l'acqua? - è buon uso rispondere: - Bagnata. se il bagno è marittimo e non lacustre o in piscina, un'alternativa altrettanto brillante è rispondere: - Salata.

Al ristorante, quando termina una bottiglia di vino e se ne desidera un'altra, al cameriere si dice:
- Me ne porta un'altra, questa era vuota, oppure
- Dev'essere bucata questa bottiglia: è già finita, oppure
- Col caldo che fa è evaporato tutto il vino.

Al ristorante, quando si aspetta a lungo un piatto, ad esempio un fritto misto di pesce, qualcuno dirà la seguente battuta obbligatoria:
- Sono andati a pescarlo?

Al termine di un pasto luculliano, quando tutti sono sdraiati sulle sedie più che seduti, è indispensabile che qualcuno si sacrifichi e urli: - Davvero buoni questi antipasti, possiamo passare ai primi. - In alternativa si può sempre affermare: - È cotto! Ora può portare i piatti.

Quando si paga qualcosa con delle banconote ancora intonse la battuta obbligatoria è: - Sono nuove, le ho appena stampate.

Cosa si dice quando si vede la pubblicità di un prodotto con una ragazza ammiccante di fianco e l'indicazione del prezzo?
- Per quei soldi ti danno anche la ragazza?

Quando uno dice: - Abbiamo raggiunto davvero il fondo - non è possibile che qualcuno non ribatta con - Possiamo sempre scavare - o qualcosa del genere.

Questa credo che valga solo per quelli che hanno vissuto gli Zecchini d'oro dei tardi anni sessanta. Quando qualcuno dice - 44 - è molto improbabile che nessuno dica giulivo - In fila per sei col resto di due!

Quando si abborda una ragazza avviene spesso che per togliersi dall'impaccio questa dica - Sono fidanzata - a quel punto il giovanotto può peggiorare la propria posizione dicendo: - Ma io non sono geloso.

Quando c'è un contrattempo, un piccolo problema, c'è sempre qualcuno che giocondo urla - È il bello della diretta!

Quando in una discussione uno dice un punto importante a suo favore e dice - Uno a zero, palla al centro - difficilmente qualcuno resiste alla tentazione, alla successiva, risibile frase, di dire qualcosa del tipo - Uno a uno, si ricomincia - oppure - due a zero, palla al centro.

Tanti auguri a tee, tanti auguri a tee, tanti auguri a tee
e la torta a mee...

Quando uno esce dicendo - Torno fra un'ora - o - Ci vediamo domani - e rientra dopo due minuti per prendere qualcosa che ha dimenticato, qualcuno dei presenti deve obbligatoriamente dire: - Hai fatto in fretta -, - Come passa il tempo - o qualche amenità simile.

Quando uno decide che il livello di sudicio o disordine dell'ufficio è giunto oltre la soglia di tollerabilità e si mette a risistemare le cose uno dei colleghi deve dire - Poi passi a casa mia?

Quando per la strada si sente una sirena, in un gruppo di amici deve sempre esserci qualcuno che, facendo finta di trattenere un altro, inizia a urlare: - È qui, venite e prenderlo, eccolo.

Alla domanda - E allora? - bisogna rispondere: - Sessanta minuti.

Quando si arriva in un posto dove il giorno prima pioveva e ora fa bello, qualcuno dirà: - Hai portato il bel tempo?
Quando si arriva in un posto dove il giorno prima faceva bello e ora piove, qualcuno dirà: - Hai portato la pioggia?

Alla proposta di fare un ballo tipo "trenino", ci sarà sempre un uomo che commenterà ilare: - Io ultimo! - oppure: - Io chiudo la fila.

La risposta alla frase di saluto: - Fatti vedere - deve essere: - Sì, ma da uno bravo! - che di solito dice un terzo nel gruppo

- Che ora è?
- L'ora di ieri a quest'ora.

- Che ora è?
- È ora di comprarti un orologio.

Quando uno torna dalle ferie, oppure il lunedì, e gli altri chiedono - Come va? - la risposta deve essere sempre - Eh, andava meglio ieri.

Due amici che si congedano dopo un incontro:
- Ci vediamo allora.
- E se non ci vediamo, accendiamo la  luce.

Quando un tram o un treno si blocca per un imprevisto, immancabilmente qualcuno commenterà ad alta voce: - Si è forata una gomma.

In una cena tra amici, quando si mangia la pizza direttamente dal cartone o su piatti di plastica, ci sarà sempre un magnanimo benefattore che dichiarerà: - I piatti oggi li lavo io!

Quando qualcuno fa qualcosa che di solito non fa, ad esempio arriva in ritardo mentre è sempre in ritardo, bisogna dire: - Toh, sei arrivato in orario: oggi piove.

Se in ufficio (non a casa o al ristorante) manca la corrente, bisogna dire: - chi è che non ha pagato la bolletta?

Il giorno della festa della Donna qualche uomo è tenuto a dire - E quando sarebbe la festa dell'Uomo? - A questa, che di per sé sarebbe già una battuta notevole, una donna deve rispondere: - La festa dell'Uomo è tutti gli altri giorni dell'anno.

Se siete di un'altezza normale, incontrate uno molto alto e volete fare il simpatico, sarebbe d'uopo che gli chiedeste - Che tempo fa lassù? Nevica?

Quando qualcuno impone o dichiara una data di fine per qualche attività che si ritiene debba necessitare di più tempo, la battuta da fare è: - Sì, ma non ha detto di quale anno.

Quando si scopre che qualcuno è diplomato al conservatorio, non si può evitare di dire: - Anche io ho suonato per anni al conservatorio... ma non mi hanno mai aperto!

- Suoni qualche strumento?
- Solo il campanello di casa.
Una battuta obbligatoria che fa il paio con quella di sopra.

Quando qualcuno parte in treno o, ancora meglio, in aereo, è necessario salutare dicendo: - Mi raccomando, vai piano.

Quando qualcuno parla di qualcosa di "avanzato", nel senso di innovativo (centro di ricerche avanzato, idee avanzate), è necessario che il battutista dica: - Ma perché, non le voleva nessuno che sono avanzate? - Oppure: - Se è avanzato allora bisogna metterlo in frigo!

Alla domanda: - Fai qualche sport? - se l'interrogato vuole mostrarsi simpatico, deve rispondere: - Sì, faccio i muscoli addominali, quelli da tavola. - Il successo è garantito. Oppure potrebbe ripiegare sulla sempre divertente: - Sì, faccio ginnastica mandibolare.

Quando si condivide uno stesso bicchiere o una bottiglia si dice: - Stai tranquillo, tanto abbiamo le stesse malattie.

Quando si dice che qualcosa ha l'ingresso gratuito (concerti, spettacoli ecc.) fa molto ridere aggiungere: - Però l'uscita è a pagamento. - E se non lo si aggiungesse, qualcuno prontamente colmerà la lacuna.

 

Tre carabinieri a caccia

Tre carabinieri vanno insieme a caccia. Si appartano dietro cespugli diversi, poi il Maresciallo fa un segno e tutti e tre iniziano a sparare alla selvaggina. Dopo qualche minuto si sente uno dei tre urlare:
"Appuntato, che cosa avete preso?"
E lui: "Dalle piume sembrerebbe un fagiano! E voi, tenente, cosa avete preso?"
E questi: "Dal pelo sembrerebbe una lepre! Maresciallo ... voi cosa avete preso?"
Il Maresciallo: "Dai documenti sembrerebbe il guardiacaccia!"


Degli amici si trovano al bar

Degli amici si trovano al bar, uno salta su e dice: "Ah, io questa settimana ho venduto addirittura 30 macchine! E tu?". "A beh, anch'io... ho venduto un orologio a cucu a un carabiniere". "Beh non mi sembra una gran vendita...". "Si', ma gli ho venduto anche 2 chili di mangime per l'uccellino".

Due carabinieri e due ubriachi

Due ubriachi escono dall'osteria e ognuno decide di  tornare  a casa propria per smaltire i fumi della sbronza. Il primo  ubriaco entra in casa propria e, vedendosi riflesso nello specchio  dell'ingresso,  corre giu' a chiamare l'amico:  "Pietroooo! Pietroooo! Corri  !  Ho i ladri in casa !". Pietro lo sente e corre verso  di lui:  "Adesso vengo li' e gli spacchiamo la faccia !". Corrono  su per  le scale aprono la porta e la richiudono subito: "Cacchio, sono  in  due ! Andiamo a chiedere rinforzi !".  Sono in  strada  e passa una macchina dei carabinieri: "Ferma ferma ! Ci sono i ladri in casa mia !".  I carabinieri si fanno portare sul posto ed uno di loro  sale  verso l'appartamento coi due ubriachi, da'  un  calcio alla  porta  per aprirla e poi la richiude subito esclamando: "C'era gia' un collega sul posto...".


Il maresciallo del paese

Il maresciallo del paese incontra un contadino che sta portando un sacco sulle spalle. "Pasqua', che ci porti dentro al sacco?". "Buongiorno marescia'! Ci porto galline!". "Ah! Se indovino quante galline c'hai, me ne regali una?". "Veramente non mi servono maresciallo, ve le posso regalare entrambe". "Bene! Ce ne sono cinque!!"

Il canguro allo zoo

In uno zoo c'e' un canguro che continuamente scappa dal suo recinto. Succede molte volte finche' i guardiani un giorno decidono di costruire una palizzata molto alta. Ma il canguro durante la notte scappa nuovamente. Allora i guardiani decidono di aumentare l'altezza dello steccato da 2 a 3 metri. Ma il giorno dopo il canguro e' di nuovo scappato. I guardiani allora aumentare l'altezza a 4 metri, ma il giorno dopo il canguro e' scappato di nuovo. Un gruppo di scimmie osserva la scena per diversi giorni e alla fine una chiede all'altra: "Ma secondo te quanto deve essere alta la staccionata?". E l'altra: "Anche 100 metri se non si decidono a chiudere il portone di ingresso!".

 

Un pastore dal veterinario

Un pastore si reca dal veterinario per sapere come fare a mettere incinta le sue pecore.
”Semplice” Dice il veterinario “Lei le fa montare tutti i giorni dal montone”.
”Ma io ho un montone vecchio e morente” Ribatte il pastore.
” Beh, veda lei come fare. Trovi qualcuno che sostituisca il montone”.
”E dopo, come faccio a sapere se sono rimaste incinta?” chiede ancora il pastore.
Il veterinario si rende conto di avere a che fare con una persona di abissale ignoranza e per divertirsi dice:
”La mattina dopo, tutte le pecore incinta saranno a gambe all'aria!”
Il pastore, rientrato a casa e non sapendo come fare, decide di sostituirsi personalmente al montone e per non farsi vedere dalla moglie, carica le sue 20 pecore sul furgone, le porta in mezzo ad un boschetto e se le ingroppa una per una.
La mattina dopo entra nell' ovile ma non vede nessuna pecora a gambe all'aria, sono tutte belle diritte in piedi.
Sconcertato le ricarica sul furgone e ripete l'operazione del giorno prima. E la sera, ovviamente stanchissimo va a casa e si addormenta subito.
La mattina seguente, ancora a pezzi dalle giornate precedenti, si sforza di alzarsi e va nell'ovile a verificare. Ancora tutte le pecore belle in piedi.
Allora si fa coraggio, le ricarica sul camion e si ripete la storia.
A sera, distrutto, si accascia a letto e la mattina seguente, incapace di alzarsi dalla stanchezza, dice alla moglie:
”Maria vai nell'ovile a vedere come sono messe le pecore”.
Dopo 2 minuti la moglie torna e lo informa:
”Nell'ovile non c'è nessuno. Le pecore sono tutte sul furgone ed una di loro sta suonando il clacson!

 

Le pulci in un albergo

 

Un tizio alloggia per una notte in una pensione di infimo ordine. Al mattino si lamenta con il portiere: "Pensi che c'erano un sacco di pulci". "Ma scusi non poteva ammazzarle?". "Si l'ho fatto, ma poi sono venuti i parenti al funerale!"

I carabinieri al casinò

Un maresciallo ed un appuntato dei carabinieri in libera uscita decidono di andare al casino'. Il maresciallo prima di entrare raccomanda diverse volte ed insistentemente al collega di non farsi riconoscere come carabiniere per evitare di essere presi in giro. E così fino al momento in cui entrano ripete per l'ennesima volta: "Appuntato, mi raccomando non facciamoci riconoscere o ci spogliano vivi". Entrano, e si siedono al tavolo della roulette. Il croupier dice la famosa frase "rien ne va plus" e vede che c'è uno dei due che resta immobile. Allora gli dice: "Scusi, lei ha puntato?". E il carabiniere: "No! Io maresciallo, lui è appuntato!".

Una madre alquanto possessiva

Dopo molta indecisione, una madre alquanto possessiva decide di mandare a scuola la sua bambina.

A mezzogiorno ne aspetta il ritorno con ansia e non appena la bambina entra in casa le chiede:- "Allora dimmi, com'è andato il primo giorno di scuola?"- "Benissimo, ma ero un pò preoccupata."- "Preoccupata? Perchè?"- "Bè sai, era la prima volta che ti lasciavo da sola!"

HA INGOIATO UN EURO

DOTTORE MI AIUTI E' SUCCESSA UNA COSA MOLTO GRAVE ... MIO FIGLIO DI UN ANNO HA INGOIATO UN EURO PUO' MORIRE ??? 

SIGNORA NON SI PREOCCUPI... IN ITALIA SI SONO MANGIATI MILIARDI DI EURO ED ANCORA NON E' MORTO NESSUNO !!!

L'esame del carabiniere

Durante la prova orale di un esame per carabinieri viene chiesto al candidato:  "Qual e' quella cosa con la suola ed il tacco che si mette ai piedi?".  "Ha le stringhe?".  "Si!".  "Allora sono le scarpe!".  "Bravo!".   Questi poi parla con il suo compagno:  "Guarda, mi ha chiesto questo e questo". Il compagno quindi entra nell'aula per l'interrogazione:  "Qual e' quella cosa con la coda che fa miao?".  "Ha le stringhe?".  "No!".  "Allora e' un mocassino!".


Al casello autostradale

Al casello autostradale si presenta una famiglia (padre, madre e figlio) e il casellante si rivolge loro con tono allegro:  "Siete fortunati! Questa e' la milionesima auto che passa da questo casello. Avete vinto un assegno da 5.000 Euro". Un vigile li vicino si congratula con il guidatore e gli chiede:  "Bene, cosa pensa di fare con la vincita?".  "Beh, prima di tutto finalmente prendero' la patente...".  "Ah, mi dispiace, allora per la guida senza patente le devo fare la multa". E la moglie seduta accanto:  "Ma no, non gli dia retta! E' ubriaco!".  "Bene, allora devo farle un'altra multa per guida in stato di ebbrezza...". E il figlio seduto dietro:  "Te l'avevo detto, papa', che con questa macchina rubata non andavamo lontano!".


Bimbo gioca a nascondino

Un capufficio telefona a casa di uno dei suoi impiegati a tarda sera per un problema urgente che si è verificato in azienda. Al telefono risponde una voce di bambino, che sussurra: "Sì, pronto?". "E' casa Rossi?", chiede il capoufficio. "Sì", sussurra il bambino. "Ciao piccolo, posso parlare con tuo papà?", chiede il capoufficio. "Adesso no". "Allora puoi passarmi la mamma?". "Adesso no". "Tu sei piccolo, non possono averti lasciato a casa da solo ... c'è qualche adulto lì?". "Sì", sussurra il piccolo, "i poliziotti". "Come i poliziotti? Va beh, passamene uno". "Non posso, sono occupati con mamma, papà e i pompieri". "Anche i pompieri???", ma cosa ci fanno tutti quanti a casa tua?". "Stanno aspettando che arrivi l'elicottero dei Carabinieri". "I Carabinieri con l'elicottero??? E perché mai vengono a casa tua???". E il bambino, sempre sussurrando: "Stanno tutti quanti cercando me ..."


Sulle ginocchia di papà!

"Mamma, quando ero nell'autobus, il papà mi ha detto di lasciare il mio posto ad una signorina che era in piedi".

"È giusto, piccola mia, far sedere le persone più grandi". "Mamma, ma il mio posto era sulle ginocchia di papà!"

I capelli bianchi

Una bimba si accorge che la mamma ha alcuni capelli bianchi e un po' preoccupata le fa: "Perche' hai alcuni capelli bianchi?". La mamma risponde: "Ogni volta che una figlia fa qualcosa di sbagliato e mi fa essere triste la mamma, un capello della mamma diventa bianco". La bimba ci pensa un po' su e poi le fa: "Mamma e perche' la nonna ha tutti i capelli bianchi???"


JSN Megazine template designed by JoomlaShine.com
Licenza Creative Commons
Ridichetipassa is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License. dy>