STRANI ED INUSUALI TAPPETI PER LA TUA CASA


Il maresciallo del paese

Il maresciallo del paese incontra un contadino che sta portando un sacco sulle spalle. "Pasqua', che ci porti dentro al sacco?". "Buongiorno marescia'! Ci porto galline!". "Ah! Se indovino quante galline c'hai, me ne regali una?". "Veramente non mi servono maresciallo, ve le posso regalare entrambe". "Bene! Ce ne sono cinque!!"

QUAND'ERO PICCOLO

QUAND'ERO PICCOLO I MIEI GENITORI HANNO CAMBIATO CASA UN SACCO DI VOLTE... MA IO SONO SEMPRE RIUSCITO A TROVARLI !!!

Una signora con tre figliole nubili

Una signora con tre figliole nubili (di 20, 30 e 40 anni) torna a casa dalla messa: "Figliole mie! Che bravo marito vi avrei trovato oggi in chiesa!", dice la madre alle tre pervicaci zitellone, "E' ancora scapolo e non aspetta altro che di sposarsi!". La figlia di 20 anni chiede: "E com'e' com'e', mamma, e' bello?". La figlia di 30 anni chiede: "E com'e' com'e', mamma, e' ricco?". La figlia di 40 anni chiede, infilandosi il vestito buono: "E dov'e' dov'e', mamma, e' ancora li'?".

 

La storia del Leone e del Topolino

Un leone cade per sbaglio in una profonda buca e inizia ad invocare aiuto perche' non e' capace di uscire. Attirato dalle insistenti urla, sul ciglio della buca si affaccia un topolino che chiede: " Che ti e' successo ?"
"Non riesco ad uscire...se mi darai una mano te ne saro' grato tutta la vita !"
"Torno subito !!" gli dice.... e dopo poco torna alla guida di una Ferrari a cui e' attaccato un cavo da traino. "Attaccati al cavo" dice il topolino al leone.... e lo tira su! Il leone riconoscente gli promette "Mi hai salvato la vita e te ne sono grato...
qualsiasi cosa ti serva non esitare a chiedere !!"
Dopo due mesi e' il topo a trovarsi in una buca profonda 30cm (per il topo e' comunque grandissima).... il leone sente le grida di aiuto e guarda nella piccola buca e dice: " Che ti e' successo topolino?" "Non riesco ad uscire... dammi una mano, ti prego!" Il leone mette nella buca il suo pisello, dice al topolino di attaccarcisi e lo salva.
Morale della storia: SE CE L' HAI LUNGO 30CM NON SERVE AVERE UNA FERRARI

 

Un burino neo ricco


 

Un burino neo ricco decide di andare a trovare la mamma con la sua auto e mentre guida la sua Ferrari si ripete dentro di se' con grande orgoglio: "Guarda che macchina che ho... guarda che macchina che ho". Arrivato, scende dall'auto, si guarda il braccio sinistro e dice: "Guarda che Rolex che ho... guarda che Rolex che ho". Suona alla porta di casa e viene ad aprire la madre, una signora di 200 Kg e dice: "Guarda che mamma che ho, guarda che mamma che ho". Entra e chiede della sorella. La madre gli riferisce che la sorella ha avuto una crisi mistica ed e' andata in convento. Il tizio vuole andarla a trovare, riprende l'auto, dicendo sempre: "Guarda che auto che ho, guarda che auto che ho". Bussa alla porta del convento dicendo: "Guarda che muscoli che ho, guarda che muscoli che ho". Viene ad aprire una delle religiose alla quale chiede della sorella. Ma la suora gli risponde: "Mi dispiace, ma sua sorella non puo' venire, si e' fatta suora, ha sposato Gesu' Cristo!". Il tizio allora esclama: "Guarda che cognato che ho! Guarda che cognato che ho!".


Laboratorio di Analisi a Napoli

Siamo a Napoli, Un uomo si presenta alla mutua per fare l’analisi delle urine.
L’ infermiere di turno lo invita a pagare 2o Euro di ticket e a ritornare con un campione di urina.
L'uomo un pò sconcertati di dover pagare 20 Euro se ne va perplesso.
Dopo circa un ora si presenta con la ricevuta del ticket e una damigiana con 5 litri di orina.
"Ecco... mi fate le analisi?". "Che e' questa damigiana?" chiede l’infermiere sorpreso.
"E' per sicurezza. Voi non fate caso e fate le analisi!". "Va bene! Tornate domani per l’esito!".
Il giorno dopo l’uomo ritorna alla mutua, ritira il referto, e poi di buon passo ritorna a casa.
Giunto sul portone inizia a urlare: "Giova'... Nicola ... Carmela ... Adelina ... stiamo tutti bene!!".


Una signora dal medico


 

Una signora sulla quarantina, ad un certo punto della sua vita, comincia ad avere un problemino alquanto fastidioso: le flatulenze sommesse. Questo 'malanno' le comincia a rovinare la vita sociale, l'ambiente di lavoro, si sente poco gradita, respinta, imbarazzata, le fa dappertutto. Cosi' si decide che non puo' continuare e va dal dottore: "Vede, sono un poco imbarazzata a dirglielo, ma, ecco, ho grossi problemi con i peti silenziosi, mi stanno rovinando l'esistenza. Pensi che anche durante la sua visita ho continuato a farli incessantemente, mi sento imbarazzatissima, cosa puo' fare per me?". E il dottore: "Prima di tutto vediamo di scegliere il suo nuovo apparecchio acustico....".


Un veterinario che non sta bene

Un veterinario che non sta bene si reca dal suo dottore. Questi comincia a fare l'anamnesi, cioe' comincia a fargli le solite domande: quali sono i sintomi, quando sono iniziati, ecc. Il veterinario pero' lo interrompe subito: "Ma come? Noi veterinari non abbiamo bisogno di fare domande ai nostri pazienti per fare una diagnosi. Per favore, faccia cosi' anche lei". Il medico allora visita il veterinario e poi gli prescrive una ricetta dicendogli: "Ecco, prendete queste medicine per una settimana. Se non vedrete miglioramenti bisognera' ricorrere all'abbattimento".

La giovane sposa dice al marito


 

La giovane sposa dice al marito: "Caro, so che non è colpa tua se non trovi lavoro, però io mi vergogno". "E perché ti vergogni amore?". "Perché viviamo alle spalle della mia famiglia. Mio padre ci paga l'affitto, mamma fa la spesa per noi, mia sorella ci compra i vestiti, e la zia ci ha regalato l'automobile". "Hai ragione, amore, e sai cosa significa questo?". "Che anche tu hai dei rimorsi?". "No! Significa che quello stronzo di tuo fratello, non ha mai fatto niente per noi".

Il polipo napoletano

A Napoli un turista entra nel ristorante "Al pesce vivo" e un cameriere gli consiglia la specialità della casa: polpo di scoglio vivo. Il cliente accetta ed arriva il cameriere spingendo un carrello con su una vasca d'acqua con un polpo vivo. Si tira su la manica destra, afferra l'octopode, gli appoggia la testa su un tagliere ed incomincia a batterla con un martello di legno. Il cliente, inorridito da tanta barbarie, grida al cameriere di smettere e di portargli un'omelette. Il cameriere rimette il povero polpo tramortito nell'acqua e torna verso le cucine. Lungo la strada il polpo si solleva con i tentacoli oltre il bordo della vasca e dice al cameriere: "Mannaggia a te; tutt'e juorne 'a stessa storia!!!"

Incidente fortunato

Un tizio viene travolto da un'auto in corsa guidata da una bella signorina che si china sul malcapitato e gli dice: "Lei e' proprio fortunato! E' stato investito proprio di fronte all'ambulatorio di un medico". E il tizio: "Guardi, signorina, che il medico sono io!"


Un medico viene chiamato d'urgenza


 

Un medico viene chiamato al capezzale di un bambino malato. Quando arriva il padre lo fa entrare nella camera da letto dove il bambino e' accudito dalla madre, mentre egli stesso aspetta fuori. Dopo un po' il medico esce dalla camera e chiede con urgenza: "Per favore, un martello, una pinza e una tenaglia!". Il padre lo guarda preoccupato e chiede: "Ma e' cosi' grave?". E il dottore: "Questo non lo so, se prima non apro la valigetta!".


Il bambino dal dottore

La madre di un bambino ammalato gravemente è dal medico per avere la prognosi definitiva:
- Veda cara signora, purtroppo la malattia di suo figlio è una malattia molto rara e soprattutto grave...
- Mi dica tutto dottore... sob... non mi faccia stare sulle spine!
- Con questa malattia suo figlio può o morire o restare scemo per tutta la vita!
- Dottore... sigh... ma è sicuro di quello che dice?
- Certo che sono sicuro, ce l'ho avuta anch'io!


L'avvocato e il carabiniere


Durante un processo, un carabiniere viene interrogato dall'avvocato della difesa, che cerca di minarne la credibilità.
Domanda: "Appuntato, lei ha visto il mio cliente fuggire?"
Risposta: "No, ma ho visto una persona che somigliava alla descrizione del colpevole, che fuggiva poco distante"
D: "Chi le aveva fornito la descrizione?"
R: "Il mio collega presente sulla scena del crimine"
D: "Un suo collega... Lei dunque ha fiducia nei suoi colleghi"
R: "Sì, signore. Completa fiducia"
D: "Completa fiducia? Allora mi consenta di chiederle una cosa. Avete uno spogliatoio per cambiarvi ed indossare la divisa?"
R: "Certo"
D: "E avete degli armadietti?"
R: "Sì"
D: "E questi armadietti sono chiusi con un lucchetto?"
R: "Sì"
D: "Ora, se lei ha fiducia nei suoi colleghi, perché chiude l'armadietto con il lucchetto?"
R: "Vede, la nostra stazione si trova all'interno del Tribunale, e alcune volte abbiamo visto degli avvocati che entravano negli spogliatoi".

Un tizio telefona al suo avvocato


Un tizio telefona all'ufficio del suo avvocato e dice: "Vorrei parlare coll'avvocato". La segretaria risponde: "Son desolata, ma l'avvocato e' morto la settimana scorsa". Il giorno dopo il tizio richiama e fa la stessa domanda. La segretaria risponde: "Come le ho gia' detto ieri, l'avvocato e' morto una settimana fa". Il giorno seguente il tizio ritelefona allo studio e chiede di parlare coll'avvocato. La segretaria che ne ha abbastanza di questo tizio e le sue telefonate, gli dice: "Le ho gia' detto diverse volte che l'avvocato e' morto una settimana fa! Vuol dirmi perche' continua a telefonarmi?". E lui: "Perche' la notizia mi fa enorme piacere".

Un guasto alla macchina

Ci sono un meccanico, un elettricista ed un informatico in un auto che all’improvviso rimane ferma. L’elettricista dice: “Credo che ci sia un problema nei circuiti della macchina…” al che il meccanico prontamente risponde: “No, no, credo piuttosto che ci sia un problema al motore!”. L’informatico li guarda e dice: “E se zitti, zitti provassimo a scendere, chiudere, risalire e si provasse a mettere in moto nuovamente?”…


E' sempre bene darsi del tu

Un Direttore Generale di banca era preoccupato per un suo giovane collaboratore che, dopo un periodo di lavoro insieme, senza mai neanche essersi fermato per la pausa pranzo, comincia ad assentarsi a mezzogiorno.
Il Direttore Generale chiama quindi il detective privato della banca e gli dice: "
Segua il Sig. Bianchi per una settimana intera, non vorrei che sia coinvolto in qualcosa di male o sporco".
Il detective fa il suo lavoro, torna e rapporta:
"Bianchi esce normalmente a mezzogiorno, prende la sua macchina, va a pranzo a casa sua, fa l'amore con sua moglie, fuma uno dei suoi eccellenti sigari e torna a lavorare.
Risponde il Direttore: "Oh, meno male che non c'è niente di losco in tutto questo!
Il detective quindi domanda: "Posso darLe del tu, Signore?".
Sorpreso il Direttore risponde: "Sì, come no".
Ed il detective:
"Ti ripeto: Bianchi esce normalmente a mezzogiorno, prende la tua macchina, va a pranzo a casa tua, fa l'amore con tua moglie, fuma uno dei tuoi eccellenti sigari e torna a lavorare!"


Colloquio di lavoro



Un tizio risponde ad un'inserzione di una ditta che cerca un capo-personale. Si presenta e il Direttore che gli chiede: "Ha qualche diploma?". "Qualche diploma? Ma ho 4 lauree". Il Direttore continua: "Ah, bene...e parla qualche lingua straniera? ". "Ma scherza? 9 lingue, compreso il giapponese". Il direttore sembra contento e chiede ancora: "Ma ha delle referenze?". "Ma scherza? Sono stato Direttore Generale della Standa, dell'ESSO, della Volvo e in Giappone della Honda! ". Il Direttore insiste ancora: "Guardi che qui c'e' da lavorare molto". "Non c'e' problema: io lavoro anche 80 ore la settimana!". Il Direttore sembra convinto: "Bene, ma per finire, voglio precisare che lo stipendio e' modesto". E il tizio: "Non si preoccupi: a me basta poco per vivere e non ho hobby costosi". Il Direttore a questo punto si convince, si congratula con l'uomo per l'assunzione e poi aggiunge sorridendo: "E adesso mi puo' dire se ha qualche difetto?". "Ma no, non direi ... forse ogni tanto sparo qualche cazzata...! ".


Le leggi per i programmatori di computer


1 "Qualsiasi programma, quando funziona, e' obsoleto".

2 " Qualsiasi nuova versione di un programma costa di piu' e ci mette di piu'".

3 "Se un programma e' utile, dovra' essere cambiato".

4. Se un programma e' inutile, dovra' essere documentato.

5. Ogni programma si espandera' fino ad occupare tutta la memoria disponibile.

6. Il valore di un programma e' proporzionale all'ingombro del suo output.

7.  La complessita' di un programma si arresta dopo aver oltrepassato le capacita' del programmatore.


Un pastore è con il suo gregge

Un pastore è con il suo gregge in un remoto pascolo quando arriva una Jeep Cherokee e in una nuvola di polvere si ferma davanti a lui. Il conducente, un giovane con un vestito Brioni, scarpe Gucci, occhiali RayBan e cintura YSL scende dall'auto e chiede al pastore: "Se le dico esattamente quante pecore sono qui al pascolo me ne darete una?". Il pastore guarda il tizio e poi il gregge e gli risponde: "Certo".  Il tipo parcheggia, prende il portatile, lo collega al telefono satellitare, si connette con la NASA, richiama il sistema di navigazione satellitare, analizza l'area, apre un database con circa 60 complesse formule Excel. Alla fine stampa 150 pagine con la sua stampante portatile miniaturizzata, passeggia intorno al pastore e gli dice: "Avete esattamente 1586 pecore!". Il pastore risponde: "Esatto! Come da accordo prendete pure una pecora" e guarda il tizio scegliere la bestia e caricarla sulla Jeep. A quel punto il pastore: "Se vi dico esattamente qual e' il vostro lavoro, mi restituite la pecora?". "Ok, perché no" risponde il giovane. "Voi siete un consulente" dice il pastore. "Esatto " -risponde il giovane- "come l'avete azzeccato?". Il pastore: "Facile, siete spuntato qui senza che nessuno vi avesse chiamato, volete essere pagato per risolvere un quesito di cui già conosco la risposta e non sapete nulla dei miei affari perché avete preso il mio cane".


Un carabiniere vince al Super Enalotto

Un carabiniere vince diversi miliardi al Super Enalotto. Tutti i colleghi corrono a complimentarsi e gli chiedono che cosa ne fara' di tutti quei soldi. Lui risponde che avrebbe continuato a fare il carabiniere perche' era una tradizione di famiglia (tale era ilpadre e tale era il nonno). Un collega amico gli fa: "Ma con tanti miliardi continuerai a fare il carabiniere? E' un mestiere fatto di sacrifici. Devi sempre sottostare agli ordini di qualcuno...". Quello ci pensa un po' e fa: "Hai ragione... ho deciso... compro una caserma e mi metto in proprio!!"

Il carabiniere e il parroco

In chiesa un carabiniere chiede al parroco che ha un braccio fasciato: "Che vi e' successo Don Salvato'? ". "Nulla figlioli, ho inciampato nel bide' ... e mi sono rotto un braccio!". Quindi il parroco si allontana e rimangono soli i due carabinieri. "Marescia', che cos'e' sto bide'?". "E che ne so! So' dieci anni che non vengo in chiesa!!".


Ieri la mamma voleva salire in cielo

"Papà, lo sai che ieri la mamma voleva salire in cielo??" - "Ma che dici ??"

"Si te lo giuro! L'ho sentita io che gridava "Dio vengo!" per fortuna che c'era il postino a tenerla ferma!"

HA INGOIATO UN EURO

DOTTORE MI AIUTI E' SUCCESSA UNA COSA MOLTO GRAVE ... MIO FIGLIO DI UN ANNO HA INGOIATO UN EURO PUO' MORIRE ??? 

SIGNORA NON SI PREOCCUPI... IN ITALIA SI SONO MANGIATI MILIARDI DI EURO ED ANCORA NON E' MORTO NESSUNO !!!

Due carabinieri vanno al bar

Due carabinieri vanno al bar a bere un caffe.. mentre lo sorseggiano arriva un loro collega in lacrime.. piange a dirotto. - Allora uno dei due carabinieri domanda al collega: -" Come mai ti disperi cosi? -" ma come? non avete saputo.. e' morto il brigadiere TUSI. " ma come e' possibile, risponde l'altro.. l'ho visto pochi minuti fa in caserma ed era in ottima forma. " guardate se non ci credete.. e mostra un quotidiano che titola a piena pagina.. INCIDENTE GRAVISSIMO, 5 MORTI sei CON TUSI!


Il vecchietto in aereo

Un anziano signore, prima di morire, decide di togliersi un vecchio sfizio: fare un giro su un aereo acrobatico. Si reca pertanto nell'aeroporto piu' vicino ed offre ad un famoso e spericolato pilota una congrua somma di denaro. Dopo i preparativi avviene il decollo con una brusca salita verso il cielo. Il vecchietto per nulla sorpreso dice al pilota: "Questo me l'aspettavo". Il pilota sorpreso con una rapida discesa porta l'aereo in picchiata sorvolando l'aeroporto e il vecchietto ripete: "Anche questo me l'aspettavo". Per ultimo l'aereo si mette a testa in giu' e il vecchietto dice: "Questo non me l'aspettavo". Poco dopo l'aereo atterra e il pilota chiede al vecchio: "Mi tolga una curiosita'. Perche' in volo diceva 'questo me l'aspettavo', 'questo non me l'aspettavo' ?". E il vecchietto: "Le spiego: la prima volta mi sono fatto la pipi' addosso e me l'aspettavo, la seconda volta mi sono cagato addosso e anche questa me l'aspettavo, ma quando ha volato a testa in giu', mi e' venuta fuori dal colletto della camicia e quello proprio no che non me l'aspettavo".


Un vecchietto in riva al mare

Un vecchietto in riva al mare ad un certo punto si decide ad entrare in acqua. Cammina e l' acqua gli arriva alle ginocchia , si ferma un momento e guarda in basso ... a livello del costume . Continua a camminare e l' acqua gli arriva alle cosce, si ferma un' altra volta a guardare in basso ... Continua fino a che l' acqua non gli arriva alla vita, si ferma, guarda in basso e dice sconsolato: " Magari affoghi ... ma col cavolo che l' alzi ' sta testa !!! ".

Mentire sull' età

Un anziano miliardario racconta a un amico come ha fatto a convincere una bellissima ragazza a sposarlo: "Le ho mentito sull'età", spiega."Le hai detto che avevi dieci anni in meno???" "No, le ho detto che ne avevo venti di più!"


Il vecchietto freddoloso

Un vecchietto che soffre molto il freddo muore e va in Paradiso. Qui trova S. Pietro e gli dice: "Io soffro molto il freddo, spero di non sentire freddo qui...". "Ma no! Non ci sono problemi! In Paradiso starai benissimo". Il giorno dopo ritorna da S. Pietro tutto tremante: "Brrr! N-n-non e' possibile! Qui fa troppo freddo! Fammi andare in Purgatorio". San Pietro protesta, ma alla fine lo accontenta. Ma il giorno dopo S. Pietro se lo vede arrivare di nuovo: "Brrr! Che freddo! In Purgatorio ci sono anime tormentate in continuo movimento: circola un sacco di aria fresca! Fammi andare all'Inferno". S. Pietro protesta ancora, ma alla fine lo accontenta. Alcuni giorni dopo S. Pietro e' preso dal rimorso e scende all'Inferno. Appena entrato cerca il vecchietto nell'oscurita' rotta solo dalle fiamme che circondano le anime, in mezzo alle urla dei dannati e gli sghignazzi dei diavoli. Guarda in giro e dopo un po' sente una voce lontana che grida verso di lui. E' la voce del vecchietto che urla: "LA PORTAAAA!!!"

Un tipo entra in farmacia


Un tipo entra in farmacia e dice al farmacista: "Mi hai dato i preservativi bucati !"

Intanto dietro arriva un vecchietto, da una pacca sulla spalla al tipo, e gli fa:

"Bravo e digli anche che si piegano"


JSN Megazine template designed by JoomlaShine.com
Licenza Creative Commons
Ridichetipassa is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License.