Ognuno ha i suoi capelli e non c'è nulla di male nel mostrare i segni del tempo. Anzi, ultimamente - complice un cambio di mentalità e numerosi messaggi di body positivity lanciati da vip - accettarsi è molto più facile di prima e anche di tendenza. Ad esempio, portare i capelli grigi e bianchi senza tingerli sta diventando una moda. 

Ma non tutti, purtroppo, sono ancora pronti per accettare questi cambiamenti: una giovane donna, ad esempio, si è confidata su Reddit dicendo che il suo capo, sul posto di lavoro, le ha chiesto di tingersi i capelli per nascondere il suo precoce colore grigio. La motivazione? I capelli grigi su una 30enne sono "non professionali" e "non igienici".

La giovane ha detto che, raggiunti i 30 anni, sui suoi capelli neri hanno iniziato a comparire alcune ciocche grigie e bianche. Anziché mostrare empatia, il suo capo le ha detto che non si stava sforzando abbastanza per sembrare professionale, e le ha detto che i suoi capelli grigi non "rappresentavano l'azienda" come si deve.

 

"Ho 30 anni - scrive lei nella storia ripresa anche da numerosi media - e improvvisamente la scorsa estate i miei capelli hanno iniziato a diventare bianchi molto rapidamente. Ho i capelli neri e lunghi, e si nota molto. Nel giro di due mesi un terzo dei miei capelli è diventato bianco. Questa cosa non mi dà fastido, anzi mi piace, non ho intenzione di tingermi. Il mio capo però è una di quelle persone che hanno ereditato una grande azienda e si fanno vedere in ufficio poche volte all'anno, dunque non lo vedevo da mesi. Anzi, siccome le ultime volte che è venuto non c'ero io, questa settimana mi ha vista per la prima volta dopo circa un anno".

E qui le cose si complicano: "Senza neanche salutarmi mi ha chiesto cosa stava succedendo ai miei capelli. Gli ho detto che dalla scorsa estate stavano iniziando a diventarmi grigi. Mi ha detto che siamo sul lavoro, e che io devo curare il mio igiene e fare uno sforzo per sembrare professionale, perché sto rappresentando la sua azienda. Lavoro in un open space con altre 14 persone e interagisco con i clienti solo per telefono. Certo che mantengo il mio igiene, i miei capelli sono sempre puliti, e il fatto che siano grigi non rappresenta nulla per il suo brand in quanto nessuno dei suoi clienti mi ha mai vista in faccia. E anche se fosse dubito che i miei capelli grigi conterebbero qualcosa".

oteva andare peggio? Sì: il giorno dopo, infatti, la giovane è stata avvicinata nuovamente dal suo capo che le ha chiesto in maniera esplicita di tingersi i capelli. L'alternativa era il licenziamento.

 

"Il giorno successivo - scrive lei - sono arrivata al lavoro e il responsabile delle risorse umane, che è il cognato del capo e ha ottenuto questo posto giusto per avere uno stipendio, mi ha chiesto perché non mi fossi tinta i capelli dopo la mia chiacchierata del giorno prima. Gli ho detto che non poteva essere serio, gli ho spiegato che il colore dei miei capelli non c'entrava con la mia professionalità. Ha detto che capisce, ma che suo cognato mi aveva detto di risolvere questo problema perché vuole che io sia nella mia forma migliore. In pratica se non accetto mi farà rapporto per insubordinazione".

La 30enne sta considerando di lasciare il lavoro, e i commentatori su Reddit l'hanno incoraggiata. Tra i commenti: "Igiene? Mi dispiace così tanto, non riesco a pensarci. Mi spiace che tu debba affrontare tutto questo. Combattere per una cosa del genere porta via così tanta energia, che shock", "Dunque adesso i capelli grigi sarebbero poco igienici per una donna? Il tuo capo non ha alcun diritto di controllare il tuo aspetto", "Se ti dimettessi, o se venissi licenziata, sarebbe comunque doveroso far sapere ai clienti della società che non sarai più in grado di aiutarli perché non hai accettato di tingerti i capelli. Si aprirebbe un periodo 'divertente' per il tuo capo".

 

L'esame dell'appuntato

Un appuntato dei carabinieri deve fare un esame per passare al grado superiore: la sua carriera e' stata impeccabile, mai un richiamo, questa carica gli spetterebbe di diritto, ma la prassi vuole cosi'. Allora un po' preoccupato si rivolge ad un colonnello, pregandolo di fargli una segnalazione all'ufficiale che dovra' esaminarlo, il quale gli risponde: "Vai tranquillo Caiazzo, sara' una passeggiata di salute!". Cosi' arriva il giorno dell'esame, si presenta con l'alta uniforme, e quando viene il suo turno viene interrogato dal generale: "Ah Caiazzo, bene una domandina facile facile, mi faccia un rombo". "Un rombo?!?". "Si', che ci vuole? Un rombo!!". Caiazzo ci pensa su e poi: "BRUM, BRUMM, BRUUMMMM!". "Ma vada fuoriii, IGNORANTE!". L'indomani Caiazzo va subito dal colonello che doveva raccomandarlo, chiedendo spiegazioni, e questi: "Cretino, ma come e' possibile: il generale ti chiede di fargli un rombo, e tu gliene hai fatti tre?".


Al concorso di carabiniere

Uno si presenta al concorso di carabiniere e aspetta il suo turno. Ad un certo punto esce uno che ha gia' sostenuto l'esame e gli chiede cosa gli abbiano chiesto e quello risponde: "I mari d'Italia". "Oh Dio, io non li so! Come faccio?". "Semplice" gli risponde l'altro "scriviteli sulla fodera del cappotto. Quando entri ti levi il cappotto, lo pieghi sulle ginocchia e non devi far altro che leggere". E cosi' fu e quando gli domandarono i mari d'Italia quello subito attacco': "Mar Ionio, Mar Tirreno, Mar Adriatico... MARZOTTO".

Due carabinieri vanno in discoteca

Due carabinieri vanno in discoteca e si siedono su una poltrona cominciando a guardarsi intorno. Ad un certo punto un ragazzo accanto a loro si alza, si avvicina a una ragazza tenendo in mano una sigaretta e le dice : "Se lei indovina che cos'e' la invito a ballare" e la ragazza divertita dice: "Una sigaretta!" e lui la prende sottobraccio e se ne vanno a ballare. I due carabinieri sono stupiti e uno dice all'altro: "Hai visto com'e' facile! Ora ci provo anch'io!". Si alza, si avvicina a una ragazza tenendo in mano un fiore e dice: "Se lei indovina che cos'e' la invito a ballare" e la ragazza ridendo dice : "E' una scala!!!" e il carabiniere deluso: "Ma no, signorina, e' un fiore! Possibile che non l'abbia riconosciuto???"

Gara tra finanzieri, pompieri e carabinieri

Gara tra finanzieri, pompieri e carabinieri per vedere chi pianta piu' pali del telefono nel terreno. Alla fine della giornata, i finanzieri hanno piantato 75 pali. I pompieri 91 e i carabinieri solo 3. Quando gli chiedono come mai della disfatta, i carabinieri esclamano in coro: "Ma loro mica li hanno piantati fino in fondo!"


Una signorina inglese

Una signorina inglese di buona famiglia sposa un rude minatore del Galles. La prima notte di nozze lei si fa trovare a letto indossando una casta camicia da notte di pizzo. Lui, in canottiera e mutandoni ascellari, prima di infilarsi sotto le coperte si svita il piede destro, di legno, ricordo di un incidente in miniera. La timida sposa, che non era a conoscenza del lieve difetto fisico, rimane molto impressionata e, la mattina successiva, telegrafa alla madre: DEAR MOTHER MY HUSBAND ONLY ONE FOOT. La mattina seguente giunge il telegramma di risposta della madre:  CONGRATULATIONS YOUR FATHER ONLY SIX INCHES..


Bimbo gioca a nascondino

Un capufficio telefona a casa di uno dei suoi impiegati a tarda sera per un problema urgente che si è verificato in azienda. Al telefono risponde una voce di bambino, che sussurra: "Sì, pronto?". "E' casa Rossi?", chiede il capoufficio. "Sì", sussurra il bambino. "Ciao piccolo, posso parlare con tuo papà?", chiede il capoufficio. "Adesso no". "Allora puoi passarmi la mamma?". "Adesso no". "Tu sei piccolo, non possono averti lasciato a casa da solo ... c'è qualche adulto lì?". "Sì", sussurra il piccolo, "i poliziotti". "Come i poliziotti? Va beh, passamene uno". "Non posso, sono occupati con mamma, papà e i pompieri". "Anche i pompieri???", ma cosa ci fanno tutti quanti a casa tua?". "Stanno aspettando che arrivi l'elicottero dei Carabinieri". "I Carabinieri con l'elicottero??? E perché mai vengono a casa tua???". E il bambino, sempre sussurrando: "Stanno tutti quanti cercando me ..."


Montare la mucca

ANDREA FIGLIO DI CONTADINI ARRIVA TARDI A SCUOLA.

:"Andrea!!!, perché sei così in ritardo?""Ho dovuto portare il toro a montare la mucca": "E non poteva farlo tuo padre?": "Eh, no, maestra, serve proprio il toro!"


Come capire se vostro figlio si fa le canne




Dal famoso trattato  "genitore non farti infinocchiare da tuo figlio" ecco una breve ma infallibile guida  che permette di capire se vostro figlio si fa di maria: suggeriamo innanzitutto l'infallibile metodo empatico, che consiste nel provare a sussurrare nel bel mezzo di un pranzo: "Chi mi fa un filtro?", o in prossimità del dolce "Qualcuno vuole un pò di crema di marocchino?" e controllare le reazioni del soggetto. Altrimenti leggere di seguito. Se suo figlio presenta almeno quattro dei seguenti sintomi, lo consideri un "fattone":


- Vostro figlio mostra un improvviso attacco di pacifismo, spesso legato all'abuso di reggae, di cappellini con la visiera e delle seguenti espressioni linguistiche: sto traumato, sto crepato, sto rovinato, sto da buttà.
- Vostro figlio rivela una inspiegabile fiammata ecologica, che si manifesta sotto forma di amore per i parchi, i funghi, l'erba e le colture batteriche sui propri vestiti. Nei soggetti più gravi è possibile riscontrare la nascita di piante con foglie a cinque punte nei vasi del balcone.
- Vostro figlio torna a casa e senza togliersi la giacca, corre in cucina e si prepara una baguette con Nutella, speck e provola affumicata.
- Vostro figlio inizia una collezione di pipette.
- Vostro figlio si fa spedire a casa materiale informativo dal Ministero del Turismo Jamaicano.
- Vostro figlio vi da' la buonanotte dicendo: "Bellaaaaaa!".
- Ogni tessera nel portafoglio di vostro figlio perde irrimediabilmente centimetri quadrati.
- Vostro figlio vi presta un accendino, voi l'accendete e la fiamma annerisce il soffitto.
- Vostro figlio cerca di convincervi, indossando una maglietta crivellata, a votare Pannella alle prossime elezioni, pronunciando un monologo delirante infestato dai "calcola" e concluso con "In finale è così".
- Vostro figlio si sveglia nel cuore della notte convinto di aver visto Berlusconi entrare dalla finestra per riprendersi l'euroconvertitore.
- Durante i mondiali di calcio scoprite che vostro figlio intona fra i denti l'inno nazionale olandese e progetta segretamente un viaggio in camper verso Amsterdam con almeno due amici dotati di soprannomi incomprensibili.
- Vostro figlio scoppia improvvisamente a ridere fino alle lacrime seduto sul divano, di fronte alla televisione spenta.
- Vostro figlio lascia ad essiccare al sole filamenti di banana.
- Vostro figlio si dichiara nell'ordine: buddista, bonghista, anarchico, zapatista, rastaman, filo-palestinese, post punk, no global, recordman di Winning Eleven e a metà della lista si dimentica di cosa diavolo sta parlando.


Il carabiniere innamorato

Il carabiniere innamorato va dal padre della sua bella e dice: “Signore, vengo a chiederle la mano di sua figlia”

“Quale – l’interrompe l’altro – la grande o la piccola?”
“Beh – risponde il carabiniere – non mi ero neanche accorto che avesse una mano più grande dell’altra…”


JSN Megazine template designed by JoomlaShine.com
Licenza Creative Commons
Ridichetipassa is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License. dy>