Ognuno ha i suoi capelli e non c'è nulla di male nel mostrare i segni del tempo. Anzi, ultimamente - complice un cambio di mentalità e numerosi messaggi di body positivity lanciati da vip - accettarsi è molto più facile di prima e anche di tendenza. Ad esempio, portare i capelli grigi e bianchi senza tingerli sta diventando una moda. 

Ma non tutti, purtroppo, sono ancora pronti per accettare questi cambiamenti: una giovane donna, ad esempio, si è confidata su Reddit dicendo che il suo capo, sul posto di lavoro, le ha chiesto di tingersi i capelli per nascondere il suo precoce colore grigio. La motivazione? I capelli grigi su una 30enne sono "non professionali" e "non igienici".

La giovane ha detto che, raggiunti i 30 anni, sui suoi capelli neri hanno iniziato a comparire alcune ciocche grigie e bianche. Anziché mostrare empatia, il suo capo le ha detto che non si stava sforzando abbastanza per sembrare professionale, e le ha detto che i suoi capelli grigi non "rappresentavano l'azienda" come si deve.

 

"Ho 30 anni - scrive lei nella storia ripresa anche da numerosi media - e improvvisamente la scorsa estate i miei capelli hanno iniziato a diventare bianchi molto rapidamente. Ho i capelli neri e lunghi, e si nota molto. Nel giro di due mesi un terzo dei miei capelli è diventato bianco. Questa cosa non mi dà fastido, anzi mi piace, non ho intenzione di tingermi. Il mio capo però è una di quelle persone che hanno ereditato una grande azienda e si fanno vedere in ufficio poche volte all'anno, dunque non lo vedevo da mesi. Anzi, siccome le ultime volte che è venuto non c'ero io, questa settimana mi ha vista per la prima volta dopo circa un anno".

E qui le cose si complicano: "Senza neanche salutarmi mi ha chiesto cosa stava succedendo ai miei capelli. Gli ho detto che dalla scorsa estate stavano iniziando a diventarmi grigi. Mi ha detto che siamo sul lavoro, e che io devo curare il mio igiene e fare uno sforzo per sembrare professionale, perché sto rappresentando la sua azienda. Lavoro in un open space con altre 14 persone e interagisco con i clienti solo per telefono. Certo che mantengo il mio igiene, i miei capelli sono sempre puliti, e il fatto che siano grigi non rappresenta nulla per il suo brand in quanto nessuno dei suoi clienti mi ha mai vista in faccia. E anche se fosse dubito che i miei capelli grigi conterebbero qualcosa".

oteva andare peggio? Sì: il giorno dopo, infatti, la giovane è stata avvicinata nuovamente dal suo capo che le ha chiesto in maniera esplicita di tingersi i capelli. L'alternativa era il licenziamento.

 

"Il giorno successivo - scrive lei - sono arrivata al lavoro e il responsabile delle risorse umane, che è il cognato del capo e ha ottenuto questo posto giusto per avere uno stipendio, mi ha chiesto perché non mi fossi tinta i capelli dopo la mia chiacchierata del giorno prima. Gli ho detto che non poteva essere serio, gli ho spiegato che il colore dei miei capelli non c'entrava con la mia professionalità. Ha detto che capisce, ma che suo cognato mi aveva detto di risolvere questo problema perché vuole che io sia nella mia forma migliore. In pratica se non accetto mi farà rapporto per insubordinazione".

La 30enne sta considerando di lasciare il lavoro, e i commentatori su Reddit l'hanno incoraggiata. Tra i commenti: "Igiene? Mi dispiace così tanto, non riesco a pensarci. Mi spiace che tu debba affrontare tutto questo. Combattere per una cosa del genere porta via così tanta energia, che shock", "Dunque adesso i capelli grigi sarebbero poco igienici per una donna? Il tuo capo non ha alcun diritto di controllare il tuo aspetto", "Se ti dimettessi, o se venissi licenziata, sarebbe comunque doveroso far sapere ai clienti della società che non sarai più in grado di aiutarli perché non hai accettato di tingerti i capelli. Si aprirebbe un periodo 'divertente' per il tuo capo".

 

Il carabiniere e il ventriloquo

Un ventriloquo racconta una barzelletta sui carabinieri al bar quando uno dice: "Sono carabiniere e non mi piace fare la figura dell'idiota. Le darei una botta in testa". "Mi spiace ma io..."."Non sto dicendo a lei, ma a quello stronzo sulle sue ginocchia!"


L'ordine al carabiniere

Stazione carabinieri. Arriva dal comando l'ordine del giorno che dice: "Arrestare il Sergente Lojacono con il maggior segreto possibile". Una settimana dopo, arriva il rapporto al comando: "Sergente Lojacono arrestato. STOP. Senza esito finora le ricerche di tale Maggiore Segreto Possibile. STOP".

Il carabiniere e il parroco

In chiesa un carabiniere chiede al parroco che ha un braccio fasciato: "Che vi e' successo Don Salvato'? ". "Nulla figlioli, ho inciampato nel bide' ... e mi sono rotto un braccio!". Quindi il parroco si allontana e rimangono soli i due carabinieri. "Marescia', che cos'e' sto bide'?". "E che ne so! So' dieci anni che non vengo in chiesa!!".


Il carabiniere in aereo

Un carabiniere al suo primo volo. Subito dopo il decollo, una hostess gli si avvicina e gli chiede se desidera un chewing gum. "A che serve?". "Per evitare che la differenza di pressione le dia fastidio alle orecchie". Tutto va a meraviglia e subito dopo l'atterraggio il carabiniere chiama la hostess: "Scusi, e adesso come posso fare a togliere il chewing gum dalle orecchie?".


Degli amici si trovano al bar

Degli amici si trovano al bar, uno salta su e dice: "Ah, io questa settimana ho venduto addirittura 30 macchine! E tu?". "A beh, anch'io... ho venduto un orologio a cucu a un carabiniere". "Beh non mi sembra una gran vendita...". "Si', ma gli ho venduto anche 2 chili di mangime per l'uccellino".

Una signora con tre figliole nubili

Una signora con tre figliole nubili (di 20, 30 e 40 anni) torna a casa dalla messa: "Figliole mie! Che bravo marito vi avrei trovato oggi in chiesa!", dice la madre alle tre pervicaci zitellone, "E' ancora scapolo e non aspetta altro che di sposarsi!". La figlia di 20 anni chiede: "E com'e' com'e', mamma, e' bello?". La figlia di 30 anni chiede: "E com'e' com'e', mamma, e' ricco?". La figlia di 40 anni chiede, infilandosi il vestito buono: "E dov'e' dov'e', mamma, e' ancora li'?".

 

IL BAMBINO GUARDA L'ALBUM DI MATRIMONIO

IL BAMBINO GUARDA L'ALBUM DI MATRIMONIO DEI GENITORI...

MAMMA MA CHI E' QUESTO BEL GIOVANOTTO QUI CON TE NELLA FOTO ???
E' PAPA' TESORO !!!  MA ALLORA CHI E' QUEL SIGNORE GRASSO E CALVO CHE ABBIAMO QUI IN CASA ???

Due carabinieri e la condanna a morte

Due carabinieri sono condannati alla pena di morte e devono decidere tra la sedia elettrica, la camera a gas e la ghigliottina. Il primo dice: "Allora, la ghigliottina non mi piace perche' mi fa troppa impressione tutto quel sangue in terra, nella camera a gas mi sento mancare il fiato... vada per la sedia elettrica". Viene accompagnato nella sala della sedia elettrica e gli viene data la prima scarica, ma per un difetto della macchina riamane vivo, anche dopo la seconda, e' sempre vivo, e cosi' pure dopo la terza al massimo voltaggio. Allora secondo la legge il carabiniere viene graziato perche' non e' morto neanche dopo tre scariche. Mentre viene riportato fuori il graziato rivede il suo amico e gli dice: "La sedia elettrica non funziona". Quando tocca al secondo a scegliere il tipo di morte questi dice: "Nella camera a gas mi sento mancare il fiato, la sedia elettrica non funziona, vada per la ghigliottina!".


Un bambino domanda al padre


 

Un bambino domanda al padre: "Papà, papà perché ti sei sposato con mamma???". E il padre risponde: "Sta zitto, disgraziato, per colpa tua".


JSN Megazine template designed by JoomlaShine.com
Licenza Creative Commons
Ridichetipassa is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License. dy>