Mai come in quest’epoca storica, il dibattito sull’identità di genere sta interessando non solo l’opinione pubblica, ma anche quella socio-politica. Esso rappresenta senz’altro uno degli argomenti attualmente più controversi e fortemente analizzati. Figlio di un tempo che ha sancito la definitiva apertura verso queste realtà alternative a quelle più canonicamente accettate. Realtà che richiedono, urgentemente, una regolarizzazione normativa al fine di una tutela che abbracci la sfera dei diritti giuridico-sociali di queste persone. Realtà che stanno andando oltre le mere transazioni di genere uomo-donna o donna-uomo, ma che stanno esplorando confini sempre più profondi ed articolati. Ne è un esempio il protagonista della storia che stiamo per raccontarvi, un uomo che oltre a non identificarsi più in alcun genere binario, non si identifica neanche più nella propria specie di origine. Egli infatti ha deciso di diventare un drago genderless. Scopriamo insieme la sua storia.

 

 

Lui è Tiamat Legion Medusa, un ex bancario di professione che ha deciso di cambiare drasticamente non solo la propria vita, ma la sua stessa pelle ed identità. Ha abbracciato una nuova specie, denominata “drago genderless“. Tale decisione è scaturita in seguito alla scoperta della diagnosi dell’HIV, una scoperta che ha generato in lui il fortissimo desiderio di vivere la propria vita al massimo, senza privarsi di nulla.

Il suo desiderio di trasformarsi in un drago si è di fatto concretizzato attraverso una serie di tatuaggi, persino negli occhi, e protesi sulla pelle. Arrivando addirittura a spaccarsi in due la lingua per renderla quanto più simile a quella di un rettile.

 

 

In un’intervista rilasciata al quotidiano britannico Daily Star, Tiamat ha dichiarato:

È stata una sfida per tutti, perché non solo ho cambiato il mio aspetto, ma anche il mio nome. Erano abituati a chiamarmi con il mio nome di nascita e per la mia famiglia ricordarsi di chiamarmi con il nome che avevo scelto è stato molto difficile. Posso certamente capirlo ed apprezzarlo.

Il processo di adattamento è stato difficile da affrontare per la sua famiglia ed è ancora oggi in atto. Non tutti sono ancora in grado di gestire il significato e le conseguenze di una trasformazione così profonda e radicale, ma Tiamat lo comprende e non se ne fa un problema.

Per quanto riguarda invece le reazioni scaturite negli altri dalla sua nuova versione di sé, l’uomo ha affermato che sono varie:

Sono per lo più positive. Alcuni sguardi sono strani, alcuni scioccati ed altri ancora sono del tipo: ‘Mio Dio, cos’è quello?’

Un carabiniere in congedo

Un carabiniere in congedo cerca un secondo lavoro per arrotondare la misera pensione. Finalmente riesce a trovarne uno presso una ditta che si occupa di dipingere la segnaletica stradale. Il primo giorno il capo lo avverte che essendo in prova deve dimostrare di saper lavorare! Il minimo di linea di mezzeria da dipingere e' di 3 Km. Quello stesso giorno il carabiniere riesce a dipingere sei km di linea. Il capo tutto soddisfatto gli dice: "Tu si' che sai come si lavora". Il secondo giorno i Kilometri sono solo tre, ma il capo non lo vuole scoraggiare perche' tanto e' sufficiente. Il terzo giorno i Km dipinti sono solo... uno. Il capo gli vuole parlare per vedere se ci sia qualche problema e l'uomo gli risponde: "Capo, ogni giorno il secchiello della vernice e' sempre piu' lontano!!!".

Un tale incontra l'amico carabiniere

Un tale incontra l'amico carabiniere e gli chiede: "Scommetto 100 euro che non indovini: cos'e' che comincia per U e finisce con E, che e' sempre a contatto con il suolo?". "Azz... non lo so: eccoti i 100 euro". "Un piede, idiota. E ora scommetto 200 euro che non indovini neanche questa: cos'e' che comincia per D e finisce per I ed e' sempre a contatto con il suolo?". "Non so, eccoti altri 200 euro". "Due piedi, idiota. Ma adesso non voglio approfittare della tua scemenza, indovinami questa e io ti restituisco tutto il denaro: cos'e' che comincia per U e finisce per O, ha una forma ovale, ha un albume e un tuorlo, lo fanno le galline, lo mangi fritto a colazione?". "A-HA, questa volta non mi freghi! Tre piedi!".

Il travestimento del carabiniere

Tre carabinieri devono passare un esame di travestimento. Dicono al primo: "Entri in quella stanza, si travesta e aspetti".  Il carabiniere entra nella stanza, che e' completamente vuota a parte un sacco per terra. Entra nel sacco e aspetta. L'esaminatore entra, da' un calcio al sacco, e il carabiniere: "Miao, miao!".  "Bravo, promosso". Il secondo carabiniere entra nella stanza, entra nel sacco. L'esaminatore tira un altro calcio, e il carabiniere: "Miao, miao!" "Promosso!". Il terzo entra nel sacco. L'esaminatore gli da' un calcio, ma non sente niente. Gliene da' un altro, piu' forte. Niente. Un altro ancora. Allora si sente il carabiniere che dice "...patate...patate...".


Due carabinieri e la condanna a morte

Due carabinieri sono condannati alla pena di morte e devono decidere tra la sedia elettrica, la camera a gas e la ghigliottina. Il primo dice: "Allora, la ghigliottina non mi piace perche' mi fa troppa impressione tutto quel sangue in terra, nella camera a gas mi sento mancare il fiato... vada per la sedia elettrica". Viene accompagnato nella sala della sedia elettrica e gli viene data la prima scarica, ma per un difetto della macchina riamane vivo, anche dopo la seconda, e' sempre vivo, e cosi' pure dopo la terza al massimo voltaggio. Allora secondo la legge il carabiniere viene graziato perche' non e' morto neanche dopo tre scariche. Mentre viene riportato fuori il graziato rivede il suo amico e gli dice: "La sedia elettrica non funziona". Quando tocca al secondo a scegliere il tipo di morte questi dice: "Nella camera a gas mi sento mancare il fiato, la sedia elettrica non funziona, vada per la ghigliottina!".


Due carabinieri vanno al bar

Due carabinieri vanno al bar a bere un caffe.. mentre lo sorseggiano arriva un loro collega in lacrime.. piange a dirotto. - Allora uno dei due carabinieri domanda al collega: -" Come mai ti disperi cosi? -" ma come? non avete saputo.. e' morto il brigadiere TUSI. " ma come e' possibile, risponde l'altro.. l'ho visto pochi minuti fa in caserma ed era in ottima forma. " guardate se non ci credete.. e mostra un quotidiano che titola a piena pagina.. INCIDENTE GRAVISSIMO, 5 MORTI sei CON TUSI!


La bimba e la caramellina

Una bambina fa saltellare in mano una pallina e canta ...
“Io ho la caramellina! Io ho la caramellina! Io ho la caramellina!”
Il fratello arriva da dietro ... agguanta la caramella al volo e la mangia ...
“Adesso non ce l'hai piùùù ...”
La piccola ... senza scomporsi ... si mette un dito nel naso ...
“E io me ne faccio un'altra ...”


L'offesa alla suocera

Due uomini di mezza età discutono nel bar.
"Pensa che mia suocera è così offesa con me che non mi parla più!"
"Che cosa hai fatto?"
"L'ho chiamata 'Vecchia strega'. Non capisco perché si sia offesa, come se una non lo fosse, vecchia, a 87 anni!"


Il carabiniere al bagno

La moglie chiede incuriosita al marito, appuntato dell'arma: "Posso sapere perché indossi il giubbotto antiproiettile tutte le volte che vai al gabinetto?" E lui: "Sai cara, ci hanno fatto una soffiata. Ci hanno avvertito che un giorno o l'altro qualche stronzo ci spara...."


Due contadini stanno amabilmente conversando

Due contadini stanno amabilmente conversando sul ciglio dei loro campi. Uno osserva il proprio campo e dice "Perdirindina! I corvi mi hanno mangiato un'altra volta il raccolto". "Le consiglio, esimio collega, di porre uno spaventapasseri nel suo campo". "Lo feci, ma cotesti animalacci non se ne curarono affatto". "Allora, caro collega, faccia come me: ponga sopra lo spaventapasseri una foto di mia suocera". "Oh, perbaccolina, dice che è efficace?". "Guardi, a me i corvi non solo non hanno mangiato il raccolto, ma hanno pure riportato indietro quello dello scorso anno".


JSN Megazine template designed by JoomlaShine.com
Licenza Creative Commons
Ridichetipassa is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License. dy>