Affidarsi alla chirurgia estetica, al giorno d’oggi, risulta una pratica ormai consueta e di uso comune. Le richieste in questo settore sono moltiplicate nel corso del tempo, raggiungendo numeri impressionanti. A beneficiarne, indistintamente, sono esponenti sia del mondo femminile che di quello maschile. E i motivi alla base di tali scelte possono essere i più svariati: si va dal mero desiderio di migliorare il proprio aspetto fisico all’esigenza di superare veri e propri disagi legati ad una specifica caratteristica estetica. Esistono poi anche casi decisamente più estremi, caratterizzati da modifiche corporali importanti e radicali. È il caso ad esempio del protagonista della storia che stiamo per raccontarvi, un uomo divenuto famoso sul web per la sua eccessiva trasformazione fisica, tale da meritarsi il soprannome di diavolo umano. Scopriamo nel dettaglio la sua storia.

 

 

Michel Faro Praddo, originario del Brasile ha trascorso 25 dei suoi 44 anni di vita coprendo l’85% del suo corpo con i tatuaggi ed apportando molte altre importanti modifiche alla sua pelle. Fra queste, ad esempio, l’aggiunta di corna sulla fronte e l’eliminazione del naso, delle orecchie e dei capezzoli.

Secondo il tabloid britannico Daily Star, una delle operazioni più audaci alla quale Michel si è recentemente sottoposto, ha riguardato l’amputazione dell’anulare ad entrambe le mani.

 

 

L’intento consisteva nel rendere i suoi arti quanto più simili a degli artigli. Nonostante tali impressionanti modifiche, il diavolo umano non sembra ritenersi ancora sufficientemente selvaggio. Si considera ancora una persona dall’aspetto “troppo normale”.

Sono appassionato di bodybuilding e quando apporto modifiche al mio corpo non riesco a muovermi molto fino al totale recupero. Ora sto studiando per fare qualcosa di ancora più “aggressivo“.

Gli ultimi suoi anni Michel li ha trascorsi in gran parte in sala operatoria per arrivare a raggiungere l’attuale aspetto fisico.

Dopo aver rimosso le orecchie e l’anulare, Michael sogna di continuare a rimuovere e modificare altre parti del suo corpo.

“Ho scelto di togliermi le orecchie ed è stata un’esperienza molto eccitante. Era come se stessi salvando qualcosa in me stesso, ovvero una parte della mia personalità che altri avevano messo in coma.

Il Maresciallo e il computer

Il maresciallo, deciso a informatizzare la sua piccola stazione dei carabinieri, va in un negozio ad acquistare un computer: "Comandante, questo personal e' cosi' potente che fara' meta' del suo lavoro!". Il sottufficiale ci riflette e poi dice: "Va bene, allora ne prendo due!"

I carabinieri e la natura

Dialogo tra due appuntati dei carabinieri. Il primo spiega al secondo come la Natura a volte ricompensi i difetti delle persone. "Per esempio, se un uomo è sordo, può avere una vista eccellente; se uno è cieco, di solito ha un olfatto finissimo". "Penso di aver capito cosa intendi", dice il secondo, "Ho spesso notato che se un uomo ha una gamba corta, allora l'altra è più lunga!"


Il carabiniere e il ventriloquo

Un ventriloquo racconta una barzelletta sui carabinieri al bar quando uno dice: "Sono carabiniere e non mi piace fare la figura dell'idiota. Le darei una botta in testa". "Mi spiace ma io..."."Non sto dicendo a lei, ma a quello stronzo sulle sue ginocchia!"


I carabinieri e le scarpe di coccodrillo

Due carabinieri, sapendo che la vendita di scarpe di coccodrillo puo' portare a lauti guadagni, danno le dimissioni e partono per l'Africa. Ivi giunti, affittano una canoa e risalgono il fiume. All'improvviso vedono un coccodrillo che nuota beato, uno si tuffa e dopo terribile battaglia alla fine lo solleva fuori dall'acqua. Il suo compagno pero' lo guarda ed esclama: "Che sfiga, non ha le scarpe, ributtalo in acqua". Dopo un po' trovano un altro coccodrillo: uno si tuffa, battaglia all'ultimo sangue, ma dopo averlo sconfitto e sollevato il suo compagno esclama: "Ehhh, ma che scalogna! Anche questo e' a piedi nudi, ributtalo dentro". La stessa scena si ripete varie volte finche' i due decidono di rinunciare all'impresa e di ritornare in Italia. Si ripresentano al maresciallo: "Purtroppo ci e' andata male, vorremmo essere riassunti". "Certo, ma come mai avete fallito?". "Il fatto e' che di coccodrilli nell'acqua ne abbiamo trovati tanti, ma erano tutti a piedi nudi, senza scarpe". Il maresciallo si mette a ridere e poi dice: "Ma siete proprio scemi! Scusate un po', se erano nel fiume a fare il bagno, le scarpe le avranno lasciate in spiaggia, no?".


UNA SIGNORA A PASSEGGIO CON IL FIGLIO

UNA SIGNORA A PASSEGGIO CON IL FIGLIO INCONTRA UNA GIOVANE E BELLA VICINA DI CASA...

CARLO SU' DAI UN BACINO ALLA SIGNORA GLI DICE LA MAMMA...NO MAMMA. SU CARLO NON FARE I CAPRICCI !!! PERCHE' TI OSTINI A NON VOLER SALUTARE LA SIGNORA ???
PERCHE' IERI QUANDO HA PROVATO A BACIARLA PAPA' SI E' PRESO DUE SBERLE !!!



Il carabiniere innamorato

Il carabiniere innamorato va dal padre della sua bella e dice: “Signore, vengo a chiederle la mano di sua figlia”

“Quale – l’interrompe l’altro – la grande o la piccola?”
“Beh – risponde il carabiniere – non mi ero neanche accorto che avesse una mano più grande dell’altra…”


Mio figlio


 

Mio figlio era proprio un giovanotto intelligente. Un giorno arrivò a casa con la sua pagella e disse: "Papà, questa è la mia pagella. E questa invece è una delle tue che ho trovato in solaio".


A scuola

Il bambino torna a casa dalla scuola piangendo :"Mammina perché la maestra chiama tutti con i nomignoli e a me no, Marco Marcolino, Sandro Sandrino, Gianni Giannino e invece a me no?". La mamma dolcemente lo accarezza: "no dai non piangere...........Pompeo".

Un adolescente alla madre

Un adolescente alla madre: "Mamma, posso farti due domande?"
La madre: "Certo, caro!"
"Posso andare con gli amici a una festicciola che finirà verso le quattro del mattino?"
"E quale sarebbe la seconda domanda?"
"Perché non posso?"


JSN Megazine template designed by JoomlaShine.com
Licenza Creative Commons
Ridichetipassa is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License. dy>