Mamma e figlia influencer. Peccato che la piccola abbia soltanto 12 anni e dovrebbe impiegare le sue energie mentali nello studio e nella sua formazione. Ma non la pensa così la mamma che antepone la carriera da influencer della figlia alla scuola, motivo per cui ha deciso di ritirarla così da avere più tempo da dedicare alla sua attività. La signora in questione si chiama Kat Clark, ha 37 anni, un marito e due figlie, Latisha (20 anni) e Deja (12 anni). Tutte e tre si dedicano ad attività legate ai social. Ma ad avere più talento sembra essere la piccola di casa che conduce un podcast piuttosto popolare chiamato “Basically Besties” (praticamente migliori amiche). L’influencer afferma di aver sempre insegnato alle proprie figlie ad essere sé stesse e a non cambiare per nessuno. Riguardo il lavoro con le ragazze, dice: “Amo davvero essere a stretto contatto con loro, è divertente ed è come lavorare con delle migliori amiche!”.

 

Secondo quanto riporta il “Daily Mail”, la mamma ha dichiarato: “L’educazione tradizionale ha funzionato per Deja durante la scuola primaria, perché al tempo avevo un lavoro in azienda. Da quando sono impegnata in questa nuova carriera, però, viaggio molto e spesso devo volare a Sydney”. Kat Clark è un’influencer da più di cinque milioni di follower su TikTok e nel 2022 è stata premiata come “Content Creator” dell’anno. La figlia più grande, Latisha, si è iscritta alla facoltà di Legge appena uscita dal liceo, ma ha lasciato dopo sei mesi per dedicarsi ai podcast. Kat Clark ha spiegato i motivi che l’hanno spinta a ritirare la figlia dalla scuola: “A Deja si sono presentate delle opportunità, quindi gli orari scolastici, 9-15 dal lunedì al venerdì, non sono adatti a noi ed è successo frequentemente che dovessimo andare a prenderla durante le lezioni”.

 

La mamma influencer ha pensato a tutto precisando che non ha intenzione di interrompere completamente il percorso educativo della figlia. La ragazzina, dal prossimo anno, riceverà la sua istruzione in casa: “Crediamo che per lei sia la soluzione migliore perché non vogliamo che debba rinunciare a queste opportunità. Creare contenuti per TikTok richiede molto tempo e questo è ciò che funziona meglio per la nostra famiglia”. La mamma precisa che se la figlia non dovesse essere felice con la nuova soluzione potrà tornare a frequentare la scuola l’anno successivo. Secondo Kat Clark, la figlia sarà così libera di scegliere quello che vuole fare. “Se Deja vuole diventare dottoressa o studiare legge, siamo pronti a incoraggiarla a seguire i suoi sogni. Però, al momento, non è ciò che vuole. Siamo disposti ad aiutarla in ogni caso”, ha concluso.

I vigili urbani

I vigili urbani per incoraggiare l'utilizzo delle cinture, hanno deciso di dare un premio di 5000 euro al primo automobilista che ogni mattina passa davanti a una pattuglia con la cintura allacciata. Il primo giorno il premio va a una macchina che sta uscendo dal porto della città. I vigili la fermano e si congratulano con l'automobilista. Uno dei vigili gli chiede cosa pensa di fare con i soldi vinti. "Beh", dice l'automobilista, "penso che andrò a scuola guida per prendere la patente" "Non statelo a sentire", interrompe la donna vicino a lui, "sragiona sempre quando è ubriaco" Sul sedile posteriore un uomo che stava dormendo si sveglia, vede la scena e grida "Lo sapevo che non saremmo passati con una macchina rubata!" Improvvisamente, si sente un colpo dal baule, e due voci chiedono: "E allora, siamo fuori dal porto?"

Al concorso di carabiniere

Uno si presenta al concorso di carabiniere e aspetta il suo turno. Ad un certo punto esce uno che ha gia' sostenuto l'esame e gli chiede cosa gli abbiano chiesto e quello risponde: "I mari d'Italia". "Oh Dio, io non li so! Come faccio?". "Semplice" gli risponde l'altro "scriviteli sulla fodera del cappotto. Quando entri ti levi il cappotto, lo pieghi sulle ginocchia e non devi far altro che leggere". E cosi' fu e quando gli domandarono i mari d'Italia quello subito attacco': "Mar Ionio, Mar Tirreno, Mar Adriatico... MARZOTTO".

Due carabinieri e la condanna a morte

Due carabinieri sono condannati alla pena di morte e devono decidere tra la sedia elettrica, la camera a gas e la ghigliottina. Il primo dice: "Allora, la ghigliottina non mi piace perche' mi fa troppa impressione tutto quel sangue in terra, nella camera a gas mi sento mancare il fiato... vada per la sedia elettrica". Viene accompagnato nella sala della sedia elettrica e gli viene data la prima scarica, ma per un difetto della macchina riamane vivo, anche dopo la seconda, e' sempre vivo, e cosi' pure dopo la terza al massimo voltaggio. Allora secondo la legge il carabiniere viene graziato perche' non e' morto neanche dopo tre scariche. Mentre viene riportato fuori il graziato rivede il suo amico e gli dice: "La sedia elettrica non funziona". Quando tocca al secondo a scegliere il tipo di morte questi dice: "Nella camera a gas mi sento mancare il fiato, la sedia elettrica non funziona, vada per la ghigliottina!".


Il Maresciallo e il computer

Il maresciallo, deciso a informatizzare la sua piccola stazione dei carabinieri, va in un negozio ad acquistare un computer: "Comandante, questo personal e' cosi' potente che fara' meta' del suo lavoro!". Il sottufficiale ci riflette e poi dice: "Va bene, allora ne prendo due!"

I capelli bianchi

Una bimba si accorge che la mamma ha alcuni capelli bianchi e un po' preoccupata le fa: "Perche' hai alcuni capelli bianchi?". La mamma risponde: "Ogni volta che una figlia fa qualcosa di sbagliato e mi fa essere triste la mamma, un capello della mamma diventa bianco". La bimba ci pensa un po' su e poi le fa: "Mamma e perche' la nonna ha tutti i capelli bianchi???"


Il carabiniere e le tarme

Un carabiniere entra in una drogheria e chiede qualcosa per eliminare le tarme. Il negoziante gli vende un pacchetto pieno di palline di naftalina. Il giorno dopo si ripresenta al negozio e dice: "Me ne dia un altro chilo!". "Accidenti" fa il droghiere "avete molte tarme in caserma?". "Abbastanza ma forse queste palline non sono buone....". "Non è possibile, la naftalina ha fatto sempre effetto sulle tarme...". "Si, qualcuna l'ammazza ma è così difficile colpirle in testa!"

Il maresciallo e la bandiera

Un maresciallo dei carabinieri viene mandato in una caserma a  sostituire il vecchio sottufficiale andato in pensione. Arrivato a destinazione, fa un giro di ispezione per controllare lo stato della caserma. Prende nota degli interventi che ci sono da fare e soprattutto si accorge che la bandiera italiana che sventola di fronte alla caserma è tutta scolorita e scucita. Chiama allora un carabiniere a rapporto e come prima cosa ordina proprio di andare a comprare una nuova bandiera. Il carabiniere si reca in un negozio e fa al commesso: "Buongiorno, dovrei comprare una bandiera...". "Italiana?". "Certo!". "Come la preferisce?". "Perché, come la avete?". "Verde, bianca e rossa...". "Me la dia verde..."

Come sono nato


  

" Mammina , io come sono nato?"
  " ti ha portato la cicogna piccolo!"
  " e mia sorella come e' nata?"
  "l'abbiamo trovata sotto un cavolo, tesoro!"
  "e il mio fratellino?"
  " l'ha portato babbo natale, amore!"
  " ma insomma, mamma: in questa casa non scopa nessuno?!"


Il carabiniere al bagno

La moglie chiede incuriosita al marito, appuntato dell'arma: "Posso sapere perché indossi il giubbotto antiproiettile tutte le volte che vai al gabinetto?" E lui: "Sai cara, ci hanno fatto una soffiata. Ci hanno avvertito che un giorno o l'altro qualche stronzo ci spara...."


JSN Megazine template designed by JoomlaShine.com
Licenza Creative Commons
Ridichetipassa is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License. dy>